Apple ha Sempre Ragione

Apple ha polverizzato le attese sui risultati dei primi 3 mesi del 2015: nel suo secondo trimestre fiscale, terminato a fine marzo, i profitti sono aumentati del 33% a 13,57 miliardi di dollari. L'utile per azione Apple si porta cosi a $2,33 dollari, rispetto ai 2,16 dollari che il mercato si attendeva.

Apple Polverizza Tutte le Attese Borse.proIl fatturato è salito del 27, a 58,01 miliardi di dollari, polverizzando cosi le attese che si attestavano sui 56,1 miliardi. E i margini lordi di profitto sono stati del 40,8%, sorprendendo pefino la stessa Apple, che si aspettava cifre più contenute. Come risultato, Apple ha incrementato i dividendi dell'11% e si appresta a versare ai propri azionisti 200 miliardi (l'equivalente del prodotto interno lordo del Qatar...) entro il marzo 2017.

Le riserve in contanti del gruppo sono cresciute ancora, a 193,5 miliardi dai 178 miliardi di fine 2014.

A seguito dell'annuncio dei risultati, il titolo Apple ha istantaneamente guadagnato l'1,33%, salendo al nuovo massimo storico di 134,4 dollari. Questo significa un rialzo del 62% in 12 mesi.

Per dare un'idea dell'enermità del successo di Apple, il Wall Street Journal ha calcolato che negli ultimi sei mesi, dal momento del lancio dell'iPhone 6, le entrate di Apple sono aumentate di 29 miliardi di dollari, l'equivalente dell'intero fatturato annuale della Nike.

I cinesi si comprano 1/3 degli iPhone

I numeri che Apple ha comunicato sono tanto più strabilianti quanto più evidente è l'agguerrita concorrenza negli smartphone e l' impatto negativo dato dal rialzo del dollaro, che ha comunque 'ammortizzato' le vendite da record dell'ultimo modello di casa Apple.

Gli iPhone venduti nei primi 3 mesi del 2015 sono stati 61,17 milioni,: +40% sullo stesso periodo dell'anno scorso e più dei 56,8 milioni attesi.

In Cina (considerando anche Hong Kong e Taiwan), il numero di iPhone venduti è aumentato del 72%, e oramai i cinesi contribuiscono per un terzo al giro d'affari di Apple.

Gli iPhone sono in buona compagnia: i personal computer di Apple, i Mac, hanno a loro volta aumentato le vendite del 10% a 4,56 milioni, più che ribaltando il declino del 7% sofferto l'anno scorso.

Nel frattempo Samsung...

Poco fa ci siamo occupati di Samsung e di come stia puntando tutto sul nuovo Galaxy S6 per risollevarsi da un 2014 da dimenticare.

Se il 2014 passarà alla storia come l'anno in cui le vendite di smartphone ha superato a livello globale 1 miliardo di unità, l'ultimo trimestre dell'anno verrà ricordato come il momento in cui Samsung ha perso per la prima volta dal 2011 la sua posizione dominante nel settore. Il colosso del momento è indiscutibilmente Apple.

Con i risultati del primo trimestre 2015, sembra che il divario tra Apple e Samsung sia aumentato ulteriormente. Il lancio dell'iPhone 6 ha forse marcato un punto di non ritorno per i giganti dei dispositivi mobili.

Il grafico seguente mostra l'andamento delle azioni Apple e Samsung e il paragone tra i profitti delle due aziende nel corso degli ultimi 12 mesi. Da notare la pressochè ininterrotta cavalcata trionfale di Apple e l'andamento altalenante di Samsung.

andamento azioni Apple e azioni Samsung 12 mesi

 

Andamento profitti Apple e Samsung

Ma forse non tutto è perduto per Samsung - riuscirà il nuovo Samsung Galaxy a prendere la rivincita sull'iPhone?