Colpo grosso per Finmeccanica: 8 miliardi dal Kuwait

8 miliardi per Finmeccanica grazie al Kuwait Finmeccanica viene considerata il primo gruppo italiano appartenente al settore dell’aerospazio e della tecnologia ai massimi livelli. Grazie alle sue competenze riesce, anno dopo anno, a portare a casa ottimi risultati di crescita ampliando sempre di più il numero dei dipendenti che ricordiamo essere più di 54.000. Uno dei tanti motivi che sta alla base della continua crescita lavorativa per questo gruppo è sicuramente quello di riuscire ad investire ogni anno circa l’11% del proprio guadagno in progetti di ricerca e sviluppo. Oltre ad essere molto presente nel suo territorio di appartenenza, Finmeccanica ha una forte internazionalizzazione che la porta a chiudere sempre più contratti con le altre nazioni. Come ultimissimo esempio non possiamo non citare il vicinissimo accordo da 8 miliardi di euro da parte del Kuwait per la creazione di 28 aerei da combattimento. Come non molti sanno però, codesta azienda mondiale riesce ad essere un player importante in vari settori, vediamoli assieme:

  • Elettronica per la sicurezza e difesa: questo settore riguarda la progettazione e creazione di tutti quegli strumenti di comando e controllo utilizzati sia nei velivoli sia nei trasporti via mare.
  • Elicotteri: la produzione di questi mezzi, sia civili che militari, è sempre stata considerata una parte importante in questo gruppo che, oltre a garantire soluzioni di supporto, fornisce anche addestramento.
  • Spazio: questo è sicuramente uno dei settori più affascinanti poiché riguarda la fornitura di tutti i componenti e servizi connessi al mondo dei satelliti, della connettività, degli strumenti di osservazione e della navigazione orbitale.
  • Sistemi di difesa: oltre alla produzione di mezzi militari, grazie a questo settore, l’azienda riesce a fornire ai propri clienti componenti ovvero siluri, sistemi antisiluri, sonar, sistemi missilistici e così via.
  • Aereonautica: proprio come abbiamo citato in precedenza, soprattutto grazie a questo progetto da 8 miliardi di dollari, il settore degli aerei da combattimento per Finmeccanica sta lentamente aumentando.

In cosa consiste questo contratto?

Iniziamo dicendo che, oltre alle abilità del gruppo Finmeccanica nel chiudere contratti, di grandissimo aiuto questa volta è stato sicuramente il pressing continuo da parte di Renzi nei confronti del governo estero. Entrando nello specifico all’interno del contratto possiamo dire che dovrebbe prevedere la vendita di 28 Eurofighter che dovranno essere consegnati in due blocchi separati. Alla base dell’accordo vi è anche l’importante regola che chi riesce ad ottenere il progetto ha anche la possibilità di creare la maggior parte dei componenti da utilizzare. Questo ovviamente sta a significare sia un incremento notevole sul fatturato di tutto il gruppo sia un aumento di lavoratori negli stabilimenti di Torino-Caselle.

Aumenti di produzione e notevoli vantaggi

8 miliardi a Finmeccanica per 28 EurofighterAlla base dell’aumento di produzione ci sarebbe proprio il prodotto che, oltre ad essere uno dei migliori esistenti al mondo, è anche uno dei più cari con i suoi circa 90 milioni di euro. Uno dei tanti vantaggi per Finmeccanica resta quello di poter seguire tutto il percorso dei suoi nuovi aerei anche dopo la loro consegna, e quindi nella fase della loro manutenzione ed assistenza futura. Un’altra interessante analisi, che ci porterà a definire un altro vantaggio, va fatta proprio sull’Eurofighter che sarà completamente migliorato sotto tutti i punti di vista. In particolare queste nuove versioni avranno a disposizione missili terra-aria a lungo raggio, radar ultramoderni e strumentazioni di bordo super tecnologiche. Proprio per la creazione di questi componenti, Finmeccanica porterà lavoro (quindi guadagno) a tutti i fornitori appartenenti sempre allo stesso gruppo, come ad esempio: la Selex per tutte le componenti riguardanti i sistemi elettronici, la Avio per quanto riguarda i potentissimi e sofisticatissimi motori e altre 30 aziende più piccole per altre piccole ma importanti parti. Per il gruppo si avvicina di molto in questo modo uno dei suoi traguardi di questo 2015, ovvero quello di raggiungere 12,5 miliardi di lavori prenotati.

Finmeccanica festeggia anche a Piazza Affari

Era da circa tre mesi che il grande gruppo costruttore non riusciva ad aggiudicarsi degli ordini di produzione e con questo colpo è riuscito a recuperare alla grande. Anche Piazza Affari festeggia l’importantissimo contratto con il Kuwait segnando da subito un balzo del titolo in borsa. Guardando in questo momento il grafico presente all’interno delle più importanti piattaforme di negoziazione, possiamo benissimo notare la percentuale positiva che sta a significare il progressivo rialzo momentaneo del titolo. 

Grafico Finmeccanica

Oltre alla grande crescita che può portare questa notevole novità, secondo gli esperti, questa forte intesa con il paese del Golfo ha un’importanza strategica non indifferente. Le possibilità di allacciare eventuali accordi futuri sono molto alte ed ora resta tutto nelle mani dei dirigenti e lavoratori del gruppo che devono svolgere il loro compito nel migliore dei modi per aumentare ancora di più la loro reputazione. Come abbiamo ben notato Finmeccanica ha tutti i mezzi per poter diventare leader assoluto in questo settore e portare anche molti vantaggi agli investitori che decideranno di provare a negoziare con questi titoli. Uno dei metodi più utilizzati per negoziare con questi strumenti è quello dei CFD, chiamati anche contratti per differenza. Attraverso questo metodo è inoltre possibile riuscire a poter trarre vantaggio sia se il prezzo del titolo dovesse salire sia se dovesse scendere (applicando una diversa strategia). Ricordiamo inoltre che proprio per i bassi costi di commissione i CFD vengono considerati molto validi soprattutto per le aperture di operazioni nel breve periodo.

Scarica piattaforma trading

           Web Trader piattaforma online