Come molti sanno, Exor viene considerata una delle società d’investimento più importanti al mondo sotto vari punti di vista, basti pensare ad esempio che, con il passare degli anni, ha saputo raggiungere posizioni rilevanti nella classifica mondiale delle aziende con il fatturato più alto.
Exor continua a stupireCon il passare degli anni, le varie partecipazioni azionarie all’interno del portafoglio di Exor sono andate a modificarsi sempre di più, ma a restare fissa, proprio come adesso, è la parte controllante, ovvero quella della famosissima famiglia Agnelli. I vari investimenti di Exor spaziano da quelli nei confronti di FCA fino ad arrivare a quelli nei riguardi della colossale CNH Industrial o della conosciutissima Ferrari.

Una delle tante caratteristiche a rendere questa società davvero imbattibile è la capacità di saper attuare investimenti in grandi realtà industriali Europee e Americane, destinati a perdurare nel tempo in base alle varie strategie scelte. I risultati di Exor continuano a superare le aspettative e siamo davvero curiosi di scoprire cosa ci riserverà nei prossimi mesi di questo 2016 iniziato apparentemente nel migliore dei modi. Al termine dell’articolo scopriremo anche la sua importante quotazione all’interno della borsa italiana. 

Utili stratosferici e percentuali in miglioramento

Esaminando l’azienda sotto l’aspetto tecnico, spunta subito in vista un dato, importantissimo per l’analisi da attuare nel settore del trading, ovvero l’utile netto del precedente anno che, fermatosi a quota 744,5 milioni di euro, può essere paragonato a quello del 2014 di soli 323 milioni. Tale raddoppio è stato sicuramente possibile grazie sia ai forti miglioramenti dell’azienda automobilistica FCA, la quale, con la sua grande abilità strategica, ha incrementato il valore delle proprie azioni del circa 34,4%, sia grazie alle significative aspettative nei riguardi nella giovane Ferrari quotata in borsa.

C’è da dire che ovviamente non tutti i ricavi di Exor derivano da risultati derivanti dal lavoro in ambito di investimenti, poiché una buona parte dell’utile è sicuramente imputabile all’ormai nota cessione di Cushman & Wakefield conclusa nei precedenti mesi. Tenendo presente le importanti percentuali raggiunte, il Cda ha espresso il proprio desiderio, rivolgendosi alla consueta assemblea ordinaria, di voler concedere un dividendo di ben 35 centesimi per ogni azione, arrivando così ad un totale di 82 milioni. Pur restando invariato, tale dividendo può comunque essere considerato una vera e propria manna dal cielo, soprattutto in considerazione ai momenti difficili che l’Italia continua a passare in questi periodi. Parole incoraggianti arrivano anche dalla stessa Exor la quale, coerentemente con le proprie strategie di questo 2016, ha dichiarato che i risultati futuri saranno strettamente influenzati dai vari andamenti delle più importanti aziende collegate.

Exor: prospettive future in questo 2016

Una delle prerogative fondamentali, in qualsiasi tipo di azienda, per riuscire a mantenere alto il proprio livello raggiunto, è sicuramente quella di saper rinnovare i propri investimenti in modo sia da rimanere attivi all’interno del mercato sia di aumentare ancora di più il distacco con i vari competitors. Le novità future di Exor sono davvero molteplici e puntano tutte ad incrementare ancora una volta il proprio fatturato alla fine dei propri esercizi. Una delle novità più discusse riguarda la possibilità di poter offrire più prestiti obbligazionari entro e non oltre il presunto termine stabilito. Essendo una società connessa al mondo degli investimenti, Exor ha a disposizione un team di esperti sempre pronto ad analizzare le più importanti aziende globali di loro interesse. Tale realtà ha ancora parecchio da poter dimostrare e, siccome il 2016 è appena iniziato, ci sono buone possibilità che il presidente John Elkann, assieme al proprio comparto amministrativo, proponga qualcosa di nuovo in linea con i prossimi obiettivi da raggiungere.

Opportunità nel Trading con il titolo Exor

Coerentemente a quanto detto in precedenza, ricordiamo che chiunque ha la possibilità di poter trarre vantaggio da tale azienda, grazie alla sua presenza in borsa attraverso il simbolo EXO-I. Grazie al suo andamento altalenante uno dei sistemi più utilizzati per negoziare online è sicuramente quello dei cosiddetti contratti per differenza, detti anche CFD. Una delle tante caratteristiche a rendere questo metodo uno dei migliori è la possibilità di utilizzare la famosa leva finanziaria, la quale permette di poter aprire posizioni con un ammontare maggiore rispetto al proprio capitale a disposizione. Gli ottimi risultati aziendali, assieme all’andamento generale del mercato, si ripercuotono sull’andamento del prezzo delle azioni, le quali possono subire sia situazioni al rialzo sia al ribasso. Proprio in riferimento a questo ultimo punto possiamo affermare che con i CFD può essere possibile trarre beneficio in entrambe le direzioni, applicando rispettivamente o la strategia di acquisto o quella di vendita.

Exor ancora una volta si dimostra una valida alternativa di negoziazione all’interno del trading e questi raddoppi a livello di fatturato dimostrano che tale realtà ha ancora molto da dimostrare sia dal punto di vista aziendale sia da quello azionario.

Scarica piattaforma trading

                         Web Trader piattaforma online