Financial news

  1. Wall Street inizia con il segno più una settimana particolarmente importante a causa del meeting della Banca centrale europea, che potrebbe aumentare gli stimoli per le economie europee, e delle indicazioni sull’andamento del mercato del lavoro a
  2. Si prevede una partenza in moderato rialzo per Wall Street dopo il lungo weekend del Ringraziamento che ha sancito l'avvio degli acquisiti natalizi nel tradizionale Black Friday. Ora gli operatori si preparano all'appuntamento con le banche centrali:
  3. Le principali Borse europee hanno aperto l'ultima seduta della settimana in territorio negativo. La giornata ha preso il via con il Dax che cede lo 0,50% a 11264,5 punti, mentre il Cac40 e il Ftse 100 lasciano sul parterre rispettivamente lo 0,48% a
  4. Le principali Borse europee hanno aperto appena sopra la parità, dopo i ribassi di ieri e in scia ai lievi rialzi di Wall Street. In avvio di seduta a Londra l'indice Ftse sale dello 0,35% a 6299 punti, seguito dal Cac40 di Parigi con un +0,20% a 48
  5. Piazza Affari in accelerazione, BCE incrementa QE: Ftse Mib +1,51%. Acquisti su CNH, Finmeccanica e risparmio gestito.Il Ftse Mib segna +1,51%, il Ftse Italia All-Share +1,39%, il Ftse Italia Mid Cap +0,66%, il Ftse Italia Star +0,47%.Mercati a
  6. La seduta a Wall Street inizia con il segno meno in scia delle tensioni in arrivo dal fronte geopolitico. Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,3%, lo S&P500 perde lo 0,42% e il Nasdaq lascia sul campo mezzo punto percentuale. In parti
  7. Il sevizio Apple Pay del colosso statunitense Apple potrebbe presto sbarcare in Cina, precisamente entro l’inizio di febbraio. E’ quanto riportano indiscrezioni del Wall Street Journal, precisando che Apple avrebbe già stretto accordi con quattr
  8. +1,4% nel pre-mercato di Wall Street per Campbell Soup. Il titolo del marchio americano immortalato da Andy Warhol capitalizza le indicazioni arrivate dai conti trimestrali e dalla guidance. Nel primo trimestre dell’esercizio fiscale gli utili sono
  9. I future sugli indici statunitensi si muovono in calo sulle tensioni geopolitiche, facendo presagire un avvio di seduta negativo per Wall Street. In questo momento il future sul Dow Jones scivola dello 0,65%, mentre quello sull'S&P500 cede lo 0,70% e
  10. Vendite trimestrali in calo per Tiffany sotto il peso del super dollaro. Il colosso newyorchese dei gioielli ha annunciato di avere chiuso il terzo trimestre dell'anno, concluso a fine ottobre, con un giro d'affari in flessione del 2% a 938,2 milioni

Pagine