Forex News

  1. I verbali della Fed sorprendono i mercatidi Yann QuelennDai verbali della riunione della Fed di aprile emerge che gran parte dei membri della banca centrale USA è pronta ad alzare i tassi alla prossima riunione. L’EUR/USD ha reagito brus
  2. Giornata positiva per il cambio eur/usd che dopo aver segnato, sul mercato spot, un minimo a 1.1447, ha intrapreso la via del rialzo e ha segnato un massimo intraday a 1.1535.Analizzando i contratti scambiati al CME (Chicago Mercantile Exchange) noti
  3. Sul mercato calano i timori di Brexitdi Peter RosenstreichLe discussioni sul referendum nel Regno Unito continuano a essere il primo argomento di conversazione, anche se sui mercati finanziari sono diminuiti i timori di “Brexit”. Dopo il
  4. All’apertura della nuova settimana di contrattazioni, la propensione al rischio in Asia è bassa, l’USD/JPY è sceso ai minimi da 18 mesi. La coppia è calata a 106,28 sulla scia dei dati economici; il PMI manifatturiero
  5. La prima sessione di contrattazioni di Maggio si è aperta all’insegna del più tradizionale “Sell in May and go away” sui principali listini europei, complici le brutte performance asiatiche con l’indice Nikkei de
  6. La riunione di politica monetaria della Bank of England di ieri, non ineditamente, ha posto particolare attenzione sul tema “brexit” e in particolare enfatizzando i probabili effetti avversi che un divorzio disordinato tra Londra e Bruxel
  7. Analizzando il cambio valutario NZD/USD su un grafico giornaliero notiamo con particolare interesse, come si sia avviato dagli inizi di gennaio, in un evidente trend al rialzo; il nostro occhio però, ricade sulla chiusura della
  8. Giornata negativa ribasso per il cambio eur/usd che dopo aver segnato, sul mercato spot, un massimo a 1.1294, ha intrapreso la via del ribasso e ha segnato un minimo intraday a 1.1233. Analizzando i contratti scambiati al CME (Chicago Mercantile
  9. L’AUD resiste dopo il forte rapporto sul lavorodi Arnaud MassetGiovedì il dollaro australiano ha dimostrato di essere resiliente, è stato infatti capace di resistere al rafforzamento dell’USD. Fatta eccezione per lo yen giap
  10. Il lungo processo di aggiustamento cinese verso la stabilizzazionedi Arnaud MassetGià da un po’ la Cina ha perso il titolo di principale motore della crescita mondiale; l’economia cinese, infatti, continua ad adattarsi alla nuova n

Pagine