Financial news

  1. Lombard Odier Investment Managers esprime una visione prudente sulle decisione di giovedì annunciate dalla Bce. Secondo Salman Ahmed, Global Strategist di Lombard Odier Investment Managers "dopo aspettative che indicavano un'altra forte dose di alle
  2. Michelin ha raggiunto un accordo in cui si impegna a riallocare 362 lavoratori delle 580 eccedenze annunciate nell’ambito del piano di riorganizzazione del gruppo. E’ quanto si apprende da un comunicato congiunto dei sindacati Filctem Cgil, Femca
  3. Ieri le parole del presidente della Bce Mario Draghi non sono certo passate inosservate e movimenti scomposti e violenti hanno caratterizzato i bond sovrani europei con lo spread BTP/Bund in volo da circa 100 a 132 punti e poi in ripiegamento gradual
  4. I sindacati ed il Ministero del Lavoro hanno raggiunto un accordo sulla gestione degli esuberi di Italcementi. Le unità da gestire andranno in cassa integrazione guadagni straordinaria (Cigs) per riorganizzazione per 20 mesi e scendono a 430, rispet
  5. Mercati cinesi allineati alle perdite partite dall'Europa giovedì e innescate dagli stimoli annunciati dalla Banca centrale europea (Bce) che hanno deluso le aspettative sia in termini di tassi d'interesse (tagliati da -0,2% a -0,3% contro il -0,4%
  6. "L'uscita dalla crisi, la stabilizzazione dei processi di ripresa e il recupero di competitività non possano prescindere dall'eliminazione di quello che si ravvisa come un handicap strutturale rappresentato da un sistema amministrativo inefficiente,
  7. Per la prima volta dall'inizio della crisi, la quota di famiglie italiane che nell'ultimo anno hanno aumentato la propria capacità di spesa risulta superiore a quella delle famiglie che l'hanno invece ridotta (il 25,6% contro il 21,3%). E' il dato c
  8. Poste Italiane non ha in programma la cessione di PosteMobile. Il gruppo guidato da Francesco Caio, in risposta alle indiscrezioni stampa odierne, ha precisato che il processo di semplificazione della struttura societaria, avviato da tempo, non inclu
  9. La Banque de France ha confermato la sua stima di crescita dell'economia francese all'1,2% nel 2015 ma ha rivisto al ribasso le sue proiezioni per i prossimi due anni, prevedendo un Pil in rialzo dell'1,4% nel 2016 e dell'1,6% nel 2017. Lo scorso giu
  10. I mercati asiatici non sfuggono alla tendenza negativa iniziata nella seduta di giovedì in Europa e innescata dagli stimoli annunciati dalla Banca centrale europea (Bce) che hanno deluso le aspettative sia in termini di tassi d'interesse (tagliati d

Pagine