Financial news

  1. Avvio di settimana negativo a Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,69%, l'S&P 500 lo 0,84% e il Nasdaq Composite l'1,07%. Il forte rialzo dei titoli del settore energetico non è bastato a risollevare un mercato penalizzato dalle preoccupazion
  2. Piazza Affari apre l'ottava in ribasso. Il Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,24% a quota 21.941 punti. Permangono le incertezze sul fronte cinese e gli interrogativi sul primo rialzo dei tassi negli Stati Uniti. Il vice presidente della Federal Rese
  3. Riflettori puntati su Eni all'indomani dell'annuncio della maxi-scoperta in Egitto, un giacimento supergiant che presenta un potenziale di risorse fino a 850 miliardi di metri cubi di gas in posto (5,5 miliardi di barili di olio equivalente). "Una ta
  4. Il crollo dei prezzi del petrolio degli ultimi mesi pesa sui risultati di gestione 2015 di Landi Renzo. Nel primo semestre dell’anno, la società quotata sul FTSE Italia Star di Borsa Italiana ha registrando un fatturato di 98,1 milioni di euro, in
  5. Prese di profitto per il future sul Wti, il petrolio made in Usa, che dopo il +2,8% di ieri segna un calo dello 0,6% a 38,99 dollari il barile. Il Dipartimento dell’Energia ha annunciato che nella settimana al 21 agosto le scorte di greggio della p
  6. Sulla piattaforma dell'Ice si assiste a qualche limitato recupero per i prezzi del greggio al giro di boa. Il future sul Brent segna un rialzo dello 0,16% a 43,28 dollari al barile, mentre il future sul WTI guadagna lo 0,1% e torna a 39,35 dollari. L
  7. L’oro segna la terza settimana consecutiva di utili e gli ETP sull’oro alla fine rompono una striscia di dieci settimane di deflussi. L’incertezza riguardo la politica monetaria della Cina, la volatilità dei mercati dell&rsqu
  8. A New York i principali indici hanno chiuso la prima seduta della settimana in forte ribasso. Il Dow Jones ha perso il 3,57%, l'S&P 500 il 3,94% e il Nasdaq Composite il 3,82%. A pesare è ancora il crollo dei mercati asiatici in scia ai timori d
  9. A New York i principali indici hanno aperto la prima seduta della settimana in forte ribasso. Il Dow Jones cede il 2,7%, l'S&P 500 il 2,9% e il Nasdaq Composite il 2,6%.A pesare è il crollo dei mercati asiatici in scia ai timori di un rallentame
  10. Piazza Affari prosegue la correzione con l’indice Ftse Mib che ha chiuso con un tonfo del 2,82% a 21.746 punti. La soglia dei 22.000 punti non veniva violata al ribasso da inizio luglio. A far scattare le vendite su tutte le Borse internazionali è

Pagine