Forex News

  1. Il rand sudafricano ha aperto la settimana piatto, prima di cedere parzialmente i guadagni all’apertura dei mercati in Europa. L’USD/ZAR è rimbalzato da 12,0192 (appena sotto il 61,8% di Fibonacci sul rally di febbraio e marzo, 12,05), mentre le
  2. Prima che terminasse la settimana del FOMC, l’USD è stato colpito duramente a New York. Gran parte delle valute del G10 e dei mercati emergenti si è imposta sull’USD, perché ai falchi della Fed non è piaciuto il percorso di normalizzazione pi
  3. Il primo ministro greco Alexis Tsipras dovrebbe incontrare il cancelliere tedesco Angela Merkel per la seconda volta in cinque giorni oggi, all’inizio di una settimana che può rivelarsi decisiva per il futuro della Grecia nella zona euro. L
  4. “L’evento clou dei mercati finanziari della settimana appena terminata è stato il meeting del FOMC dal quale è scaturita (in maniera scontata) la decisione da parte della Federal Reserve di lasciare il corridoio dei tassi invariato tra lo 0 e l
  5. Abbiamo avuto un ampio effetto Yellen in un mercato che prosegue sulle aspettattive, senza grande riguardo ai fondamentali. Ampia VOLATILITà, fase correttiva di consolidamento dopo gli ampi “swings” in un mercato tutto posizionato dalla stessa p
  6. Gli operatori del forex continuano a consolidare la debolezza dell’USD sull’onda del FOMC. I rendimenti dei decennali USA sono tornati sulla media mobile a 50 giorni (1,9608%) dopo il declino della curva dei rendimenti nella parte finale rispetto
  7. Come commerciante di valuta, ci sono numerosi tipi di strumenti finanziari che è possibile utilizzare per fare soldi. Mentre i commercianti di forex al dettaglio in genere utilizzano le opzioni in valuta estera come strumento di copertura, le banche
  8. I consigli di investimento mentre i mercati vanno verso il primo rialzo dei tassi Usa da 10 anni
  9. L’incontro che si è concluso ieri per discutere della delicata situazione greca ha rinnovato almeno parzialmente l’ottimismo. Almeno quello del premier ellenico Tsipras che però non ha rilasciato altre dichiarazioni. La cancelliera tedesca Ange
  10. “Non vi è dubbio che per quanto le banche centrali prendano sempre le distanze dalla dinamica dei cambi valutari, proprio questi finiscano per assumere un peso determinante per le conseguenti scelte. Ed il nodo centrale di ieri è stato (implicita

Pagine