Forex News

  1. Le principali banche centrali del mondo hanno concordato una nuova serie di linee guida per il mercato dei cambi, la creazione di una road map con cui i regolatori dei singoli paesi devono proteggere le informazioni del cliente. Il documento, che dov
  2. Esattamente una settimana fa ci trovavamo in questa sede a commentare quanto comunicato dalla Federal Reserve in termini di contenuti, a dissertare sui movimenti tecnici piuttosto rilevanti e ad avanzare ipotesi circa il più prossimo sviluppo dei pr
  3. Il franco svizzero si rafforza ulteriormente perché i flussi verso il porto sicuro fanno apprezzare la valuta contro l’EUR e l’USD. Dopo essere stato scambiato sotto 1,05, l’EUR/CHF fa fatica a stabilizzarsi sopra questo livello perché si mol
  4. Il rapporto di cambio tra sterlina ed euro (GBP / EUR) ha registrato delle perdite nel trading europeo di oggi dopo che i dati dell’inflazione nel Regno Unito sono scesi sotto le previsioni e hanno colpito lo 0,0%, mentre sterlina / doll
  5. L’USD ha fatto registrare la seconda seduta positiva in Asia. Gran parte delle valute del G10 e dei mercati emergenti ha ceduto terreno rispetto all’USD, perché il mercato sta cercando di definire il minimo della recente flessione dell’USD gen
  6. Nonostante le rassicurazioni più o meno fondate della cancelliera tedesca Angela Merkel sulla possibile risoluzione della crisi greca, investitori e operatori, oltre che i partner europei, iniziano a spazientirsi. È notizia di queste ore la comunic
  7. Situazione generale invariata, con un ulteriore rialzo di Euro, contro cedimento del dollaro, con bonds sommessi, e titoli a due-tre velocità e direzioni, contrastanti. Un ulteriore ampio balzo di ORO, seguito dal rafforzamento di CHF, NOK, CAD, olt
  8. L’USD ha pareggiato le perdite in Asia, facendo meglio della gran parte delle valute G10 e dell’Europa orientale. I mercati emergenti asiatici si sono rafforzati contro il biglietto verde, ma le vendite dovrebbero iniziare a scemare, l’attenzio
  9. Ebbene le nostre analisi si concentrano ancora una volta sul dollaro americano. Non potrebbe essere altrimenti, visti anche i movimenti avvenuti ieri che sostanzialmente hanno delineato una situazione di generalizzata vendita dello stesso. Alcune cos
  10. Ieri abbiamo avuto ulteriori conferme dai dati economici di una fase di miglioramento per EU, e di rallentamento, sotto le aspettative, di USA, UK. In un mercato che ha ulteriormente aumentato la sua negatività nei confronti dell’EURO, e l’ottim

Pagine