Forex News

  1. Il culmine della settimana di contrattazioni sarà il rapporto sulle buste paga USA di venerdì. I mercati prevedono che il dato di marzo si aggiri intorno alle 245.000 unità, cifra discreta (lievemente inclinata al ribasso), nonostante la delusione
  2. Abbiamo commentato in diverse occasion i’attuale ossessione del mercato nel tentare di evincere significati nascosti da ogni parola dei politici. La parola del momento è “pazienza”. Dato che negli ultimi anni l’economia degli Stati Uniti sta
  3. La notizia dei declassamenti delle banche elleniche, la mancanza di dettagli sul piano di riforme greco e i dati deboli dagli USA non hanno scoraggiato chi è in cerca di rischio. Gli indici regionali asiatici hanno guadagnato in modo generalizzato,
  4. Operare senza avere delle conoscenze specifiche sul forex trading è una cosa che non tutti sanno fare e che non sempre ha successo, ma questo non vuol dire che sia impossibile. Quello che bisogna fare quando non si possiedono delle conoscenze spec
  5. Il ciclo di notizie degli ultimi giorni sta causando una sorta di speculazioni sul fatto che la Grecia potrebbe lasciare la zona euro. In mezzo a tutte le argomentazioni sul fatto che la Grecia debba uscire, non è sempre stato pensato a cosa succe
  6. Ci siamo quasi. Domani verranno rilasciati i dati sul mercato del lavoro americano e lunedì avremo modo di valutare la reazione delle borse di fronte a quanto ci verrà comunicato. Venerdì infatti i listini di tutto il mondo resteranno chiusi per l
  7. Giornata positiva per il cambio eur/usd che dopo aver segnato, sul mercato spot, un minimo a 1.0717, ha intrapreso la via del rialzo e ha segnato un massimo intraday a 1.0799.Analizzando i contratti scambiati al CME (Chicago Mercantile Exchange) noti
  8. Le valute sono scambiate 24 ore al giorno, cinque giorni alla settimana. E’ uno dei più movimentati e liquidi mercati al mondo. Dal 2013, il commercio nei mercati dei cambi ha avuto una media di 5.300 miliardi di dollari al giorno di fatturat
  9. La seduta asiatica è stata dominata dal buon andamento dell’azionario cinese. La maggior parte dei mercati azionari asiatici ha sottoperformato, invece Shanghai e Shenzhen hanno guadagnato rispettivamente l’1,4% e l’1,8% (Hang Seng è salito d
  10. Continuano oltre la scadenza fissata per ieri le negoziazioni per l’accordo sulla questione del nucleare civile in Iran. Dopo che l’emissario russo Lavrov aveva lasciato il tavolo per impegni precedente salvo poi tornare nel pomeriggio di ieri, o

Pagine