Financial news

  1. Tarak Ben Ammar e Naguib Sawiris, due nomi e volti del mondo delle telecomunicazioni, hanno messo gli occhi su Giglio Group, network televisivo e multimediale globale guidato da Alessandro Giglio. Stando a quanto si legge in una nota Prima Tv, contro
  2. A2A ben comprata a Piazza Affari, dove mostra un progresso di oltre 1,5 punti percentuali a 1,097 euro, in scia alle indiscrezioni de Il Sole 24 Ore secondo cui la multiutility lombarda avrebbe siglato una lettera d’intenti con Linea Group Holding
  3. In scia dell’indebolimento dell’euro, Prada ha annunciato di aver chiuso il trimestre al 30 aprile con ricavi per 828,2 milioni di euro, il 6,5% in più rispetto al pari periodo 2014. A livello geografico spicca il +11% del mercato europeo, il +6
  4. Prosegue la fase di incertezza sul mercato azionario domestico ed in generale anche su quello europeo ed americano, sebbene relativamente a quest'ultimo i principali indici abbiamo chiuso la settimana in prossimità dei massimi.Il portafoglio Etf per
  5. Il Ftse Mib future tenta di dare la spallata ai 23000 punti ma fallisce. Il future Ftse Mib ha tentato con i massimi intraday di quota 23045 di superare la forte resistenza di area 23000/10 ma si ritrova a fine seduta a 22845 punti, ancora in vista d
  6. Il Ftse Mib tenta di dare la spallata ai 23350 punti ma fallisce. L'indice Ftse Mib ha tentato con i massimi intraday di quota 23401 di superare la forte resistenza di area 23350/60 ma si ritrova a fine seduta a 23210 punti, ancora in vista dell'osta
  7. "E' improbabile che il nuovo piano industriale 2015/2019 di Enel, presentato al mercato venerdì scorso, abbia un impatto immediato sui rating, visto che il piano si focalizza e si bilancia con attenzione tra la sostenibilità del debito e la necessi
  8. Con i tassi d’interesse ai minimi storici e un’economia ancora stagnante, trovare valore oggi diventa davvero complicato. Perciò gli investitori sono sempre più attratti da quelle società che puntano, oltre che alla rivalutazione del capitale
  9. Il portafoglio ETF al 16 marzo 2015, ha generato una performance positiva del +5.68%, associabile ai titoli sui quali siamo ancora posizionati long.Degni di nota i rialzi a doppia cifra percentuale sugli Etf relativi al Nasdaq, all’Obbligazionario
  10. Gli Exchange traded product, dopo un 2014 che ha visto battere ogni record, riprendono fiato. Nel mese di gennaio, infatti, la raccolta netta mondiale dei replicanti si attesta a 11,6 miliardi di dollari, un sesto ripetto al mese precedente. A fine m

Pagine