Financial news

  1. Cinquanta paesi hanno siglato a Pechino l'accordo per la nascita della Banca asiatica d'investimento, tra questi l'Italia. Non ci sono invece Stati Uniti e Giappone. Altri sette Paesi, Danimarca, Polonia, Sudafrica, Kuwait, Malesia, Filippine e Thail
  2. Yen in salita sul forex dopo i riscontri arrivati dall'inflazione nipponica e il risk-off che caratterizza i mercati dopo l'ennesima fumata nera nei negoziati tra Grecia e creditori internazionali. Il cross tra dollaro e yen viaggia in calo a quota 1
  3. Mercati asiatici positivi questa mattina in scia al progresso di ieri sera a Wall Street ed all'ottimismo che si respira in Europa per una soluzione della crisi greca. Il Nikkei ha chiuso gli scambi in progresso dell'1,87% a quota 20809, riportandosi
  4. Va oltre le previsioni del Wall Street Journal la prima emissione denominata in yen di Apple. Cupertino ha infatti prezzato la vendita di obbligazioni quinquennali con rendimento pari allo 0,350% per un incasso di 250 miliardi di yen (poco meno di 1,
  5. “Il recente e sorprendente rallentamento accusato dall’economia statunitense conferma che il superamento della crisi economica internazionale è ancora incerto”, ha spiegato Maurizio Novelli, portfolio manager global macro di Lemanik Asset Mana
  6. Dopo l'ondata di emissioni obbligazionarie in euro la Corporate America volge ora lo sguardo al Giappone e a farlo è un tradizionale apripista come Apple. La società di Cupertino, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, si preparerebbe alla
  7. Nel primo trimestre il Pil del Paesi facenti parte dell’Ocse ha registrato un incremento dello 0,3% annuo, in rallentamento rispetto al +0,5% degli ultimi tre mesi del 2014. Spiccano in particolare i dati relativi Stati Uniti e Germania, passati da
  8. L'indice pmi manifatturiero in Giappone è cresciuto a maggio, nella lettura preliminare, a 50,9 punti dai 49,9 punti della precedente rilevazione e contro una stima di 50,3 punti.
  9. Gli ordini di macchine utensili in Giappone ha visto ad aprile, nella lettura preliminare, una crescita su base annua del 10,4% rispetto all'incremento del 14,9% della precedente rilevazione.
  10. La produzione industriale in Giappone ha mostrato a marzo un ribasso su base mensile dello 0,3% dal -3,1% della precedente rilevazione. Su base annua la contrazione è stata dell'1,2% dal precedente -2 per cento. Il mercato si attendeva una contrazio

Pagine