Financial news

  1. In Giappone il tasso di inflazione si è attestato a luglio allo 0,2% su base annuale, in calo rispetto al precedente 0,4%. Il dato è in linea con le stime degli analisti.
  2. In Giappone le vendite al dettaglio sono aumentate a luglio dell'1,2% rispetto al mese precedente, rimbalzando dal -0,6% di giugno. Il dato è migliore delle aspettative degli analisti che avevano pronosticato un aumento delle vendite al dettaglio de
  3. I titoli del settore del lusso hanno reagito in modo esagerato alla svalutazione dello yuan, in quanto la domanda da parte dei cinesi per i beni del lusso non subirà un forte cambiamento. Questo il pensiero di Scilla Huang Sun, gestore del fondo JB
  4. Dati positivi dal fronte della produzione industriale in Giappone. La lettura finale di giugno segna un incremento mensile pari all'1,1% mentre su base annua si registra un +2,3%. I dati precedenti erano rispettivamente pari a +0,8% e +2%. Bene anche
  5. I timidi passi avanti dell'economia italiana sono stati certificati oggi dai leading indicators Ocse. Secondo gli indici elaborati dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo la crescita del Belpaese si sta consolidando. L'indicatore si è
  6. Netflix ha chiuso la seduta di martedì in progresso del 7,63% a Wall Street, in quello che è il diciasettesimo record segnato da inizio anno. Il mercato ha celebrato la conferma dell'esordio dei servizi del colosso Usa dello streaming video in Giap
  7. Moncler ha chiuso i primi sei mesi dell’esercizio 2015 con ricavi per 295,8 milioni, +35% rispetto al primo semestre 2014, e un utile netto di 34 milioni, contro i 18,1 milioni di un anno fa. L’indebitamento si attesta a 175,3 milioni, dai 111,2
  8. Positivi gli indici di Wall Street che reagiscono positivamente alla pubblicazione di diverse trimestrali. Il Dow Jones Industrial Average in questo momento guadagna lo 0,18% , l'S&P 500 lo 0,59% e il Nasdaq Composite sale dello 0,83%.Sul versa
  9. L'occupazione nell'area Ocse è aumenta di 0,2 punti al 66,1% nel primo trimestre del 2015. Si tratta dell'ottavo trimestre consecutivo di rialzi. Lo ha rilevato l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Tra le maggiori aree dell'
  10. Netflix ha chiuso la seduta di mercoledì in flessione del 2,23% ma, dopo aver presentato risultati trimestrali migliori delle attese, ha iniziato a guadagnare nel mercato esteso per arrivare a toccare un progresso del 12% in premarket, a poche ore d

Pagine