Financial news

  1. Il mercato europeo degli Etf ha ritrovato un po’ di vitalità nel terzo trimestre del 2015 con flussi netti stimati per 17,7 miliardi di euro. Storicamente si tratta del secondo periodo da record dopo quello di gennaio-marzo (31 miliardi)
  2. I mercati asiatici riaprono l'ottava come avevano chiuso la precedente: in rally. A spingere il generalizzato guadagno dei listini della regione (la sola piazza in controtendenza è stata per lo meno inizialmente quella di Sydney) è stato soprattutt
  3. Moncler si appresta ad aprire un nuovo megastore a Tokyo puntando anche a intercettare la clientela cinese sfruttando l'effetto mini-yen. "Il Giappone è da sempre uno dei nostri principali mercati di sbocco - rimarca Remo Ruffini, presidente e ceo d
  4. In Giappone l'indice dei prezzi alla produzione ha registrato a settembre una contrazione del 3,9% su base annua dal precedente -3,6%, mentre su base mensile il dato ha evidenziato un calo dello 0,5% dal -0,6% della passata rilevazione. Le attese era
  5. In Giappone l'indice che misura la fiducia dei consumatori è calato a settembre a 40,6 punti dai 41,7 punti della passata rilevazione. Le attese erano per un dato pari a 41,5 punti.
  6. Torna l'incubo recessione per gli Stati Uniti. Lo sostiene Pierre Olivier Beffy, capo economista di Exane BNP Paribas, secondo cui la prima economia mondiale potrebbe trovarsi in recessione nel giro di due anni. "C'è un alto rischio di recessione ne
  7. Dopo anni di negoziati, gli Stati Uniti e 11 Paesi dell'area Pacifico hanno trovato un accordo sul Trans-Pacific Partnership (TPP), il trattato che abbasserebbe le barriere per lo scambio di beni e servizi. L'accordo è stato raggiunto nel corso di u
  8. Chiusura piatta per la Borsa di Tokyo in attesa dei dati sul lavoro americano di settembre. L'indice Nikkei ha terminato la giornata in leggera flessione dello 0,02% a 17.725,13 punti. Dal fronte macro, la disoccupazione in Giappone si è attestata a
  9. In Giappone l'indice Tankan sulla grande manifattura si è attestato nel terzo trimestre a 12 punti, in calo rispetto ai 15 punti del periodo precedente. Il dato è inferiore alle attese ferme a 13 punti. L'indice Tankan è un indicatore calcolato da
  10. Ancora un dato deludente dal Giappone. La produzione industriale nipponica ad agosto ha segnato un calo mensile pari allo 0,5%, in miglioramento dal -0,8% del mese precedente ma sotto il +1% stimato dagli analisti. Su base annua si evidenzia un incre

Pagine