Financial news

  1. Nuova tornata di riscontri negativi dalla Cina con l'indice Pmi manifatturiero sceso a settembre ai minimi a oltre 6 anni. Sul forex si muovono al ribasso le valute ad alto rendimento e quelle commodity sensitive, mentre la ricerca di sicurezza sping
  2. La Federal Reserve si è astenuta dall’alzare i tassi la scorsa settimana, citando i crescenti rischi intorno alla crescita globale. La Banca Centrale degli Stati Uniti sembra orientata a un approccio che guarda verso l'esterno rispetto a
  3. Mercati azionari europei in recupero. Wall Street S&P 500 in rialzo dello 0,7% a ridosso della chiusura delle piazze continentali. Il Ftse Mib ha terminato a +1,12%, il Ftse Italia All-Share a +1,03%, il Ftse Italia Mid Cap a +0,45%, il
  4. Il Ftse Mib segna +0,82%, il Ftse Italia All-Share +0,75%, il Ftse Italia Mid Cap +0,31%, il Ftse Italia Star +0,46%.Mercati azionari europei in leggero rialzo*. Il DAX segna +0,1%, il CAC 40 +1%, il Ftse 100 +0,2%, l'IBEX 35 -0,1%.Euro in fles
  5. *Mercati azionari europei in forte ribasso dopo la decisione della Fed *di rimandare il rialzo dei tassi a causa delle incertezze su congiuntura e mercati. Debole anche Wall Street con l'S&P 500 in calo di circa l'1% a ridosso della chiu
  6. Finale di ottava con il segno più per il metallo giallo. La decisione della Federal Reserve di posticipare la prima stretta monetaria da quasi 10 anni e un outlook sulle prospettive economiche valutato prudente stanno favorendo le quotazioni dell’
  7. La Federal Reserve (Fed) ha optato per un atteggiamento “dovish” (colomba, orientato a politiche monetarie accomodanti e tassi di interesse bassi) di fronte alle preoccupazioni internazionali. Lo afferma Marco Vailati, responsabile ricerca e inve
  8. La discesa del dollaro in scia al nulla di fatto della Fed ha riportato il cross euro/dollaro sopra la soglia di 1,14 (top intraday a 1,1441 dollari) riportandosi nei pressi dei massimi mensili. Ieri sera la Federal Reserve con una maggioranza di 9 m
  9. Finale d'ottava negativo per la Borsa di Tokyo. L'indice Nikkei ha chiuso la seduta odierna con un calo dell'1,96% a quota 18.070,21 punti. Ieri sera la Federal Reserve con una maggioranza di 9 membri contro 1 ha confermato il costo del denaro nel ra
  10. “Il franco svizzero è ancora significativamente sopravvalutato nonostante il lieve deprezzamento visto di recente”. Queste le parole usate dalla Banca centrale svizzera, la SNB, in una nota diffusa al termine della riunione trimestrale dell’is

Pagine