Forex News

  1. EURUSDL’EUR/USD ha rotto al ribasso all’interno della fascia orizzontale definita dal supporto a 1,0713 e della resistenza chiave a 1,1043. Viene favorito un ulteriore calo verso il supporto a 1,0458. Resistenze orarie si attestano a 1,0684 (mass
  2. Apertura di settimana con un rally in Asia. Il Shanghai Composite esordisce con un 0,95% e con un ampliamento dei guadagni durante la notte dell’1,7%, con la bilancia commerciale della Cina che si è attestata a 3,08mld di USD a fronte dei 40,10mld
  3. La settimana scorsa si è conclusa con ulteriori nuovi massimi e vari record storici, per quanto riguarda gli indici, unico settore di investimento a reddito al momento. Spinta di fondo sempre presente dalle ampie politiche monetarie di 30 banche cen
  4. Con la riunione di ieri della BoE-UK, dopo quella della FED-USA, e della Bok-SCorea, abbiamo avuto la conferma di una globale posizione di stand-by sul fronte della politica monetaria globale. Circa 30 banche centrali con ultra ampia liquidità, e co
  5. Nel forex la mentalità del gregge si riferisce alla capacità dei commercianti di seguire ciecamente la tendenza delle masse. Questi operatori in genere aderiscono al mercato sulla base del detto “il trend è tuo amico”. Questo principio
  6. Durante la seduta asiatica, la notizia principale è stata l’annuncio della BoJ, che ha mantenuto i massicci stimoli monetari invariati, ribadendo che l’economia giapponese non è ancora fuori pericolo e che l’obiettivo per l’inflazione è a
  7. La settimana è iniziata con gli occhi sulla politica monetaria. Dopo la recente serie di dati economici, per gli USA sotto le aspettative, e in alcuni casi deludenti, si sono spostate in avanti le aspettative di un rialzo dei tassi. In EU migliori,
  8. Settimana pre-pasquale conclusasi con situazioni invariate, volatilità in rientro, problemi geopolitica latenti, invariati. Attenzione resta fissa sulle trattative GRECIA, IRAN, problemi UKR, tensioni SIRIA, YEMEN, e ora anche TURK. Per contro i DAT
  9. Ieri abbiamo avuto una giornata molto piena di dati economici, e con I soliti problemi latenti riguardanti Iran, UKR, Yemen, e Grecia. Di fatto siamo partiti con gli indici settore manifatturiero in GIAPP, CINA, che hanno deluso un poco, e lasciano l
  10. Ancora due situazioni in contrapposizione a determinare le incertezze attuali nei mercati finanziari. Da una parte sempre il fattore Grecia, che pesa su EU. Dall’altra i DATI economici, CINA, GIAPP in primis, che risultano sempre deboli, deludenti,

Pagine