Investire seguendo i Trend del momento

  1. La crisi economica di Ankara è precipitata a causa dell'escalation delle tensioni tra gli Stati Uniti e la Turchia; per evitare nuove sanzioni che avrebbero portato a un peggioramento della crisi economica, il governo di Erdogan ha ordinato il rilas
  2. Grazie all’accordo tra Donald Trump e Kim Jong, assisteremo all’apertura dell’economia della Corea del Nord. Un processo che pur richiedendo del tempo, presenta un enorme potenziale opportunità di investimento. Una previsione già confe

Borse

  1. Euronext Paris, conosciuta come la Borsa di Parigi, è il mercato azionario francese. Da settembre 2000, Euronext Paris si è fusa con le borse di Amsterdam, Lisbona e Bruxelles per formare Euronext NV, la seconda più grande borsa europea dietro sol
  2. Tra il 2010 ed il 2011 la Turchia aveva registrato una crescita dell’8,5%-9%. Nel 2012 la Borsa turca ha vissuto un exploit formidabile, con l’indice in crescita del 40% e l’Msci del 60,5%, continuando a crescere nel volume degli scambi con l
  3. La Borsa di Francoforte (Deutsche Börse), trae le sue origini da una fiera medioevale di cui si ha traccia fin dal 1150. Oggi il modello di business di Deutsche Börse copre una vasta gamma di servizi e settori finanziari. È stato sviluppato cos
  4. Fondata nel 1808 la Borsa Italiana ha sin da subito avuto una storia ricca di contrattazioni e di scambi acquisendo sin dalle origini un ruolo di primo piano nel panorama borsistico europeo e mondiale.  Con l’applicazione del Decreto

Financial news

  1. Dopo il ripensamento dell’anno scorso, la decisione è stata ufficialmente presa: MSCI ha annunciato che includerà le A-Shares della Cina nel suo indice dei mercati emergenti. Un totale di 222 azioni di tipo A verrà aggiunto
  2. Nuova giornata turbolenta per le Borse mondiali con ancora una volta la Cina a innescare la miccia delle vendite. La banca centrale cinese ha nuovamente svalutato lo yuan di ben mezzo punto percentuale (l'entità maggiore dallo scorso agosto). Nel po
  3. Con una decisione per certi versi coraggiosa, la Cina ha annunciato la sospensione del Circuit Breaker a partire dalla seduta di venerdì 8 gennaio.La norma è entrata in vigore a inizio 2016 ed è subito diventata protagonista delle contrattazioni d
  4. Mercati cinesi allineati alle perdite partite dall'Europa giovedì e innescate dagli stimoli annunciati dalla Banca centrale europea (Bce) che hanno deluso le aspettative sia in termini di tassi d'interesse (tagliati da -0,2% a -0,3% contro il -0,4%

Pagine