Tu sei qui

Super Euro, ma solo per qualche ora. L'EUR/USD non ha "pazienza"

Giovedì, 19 Marzo, 2015

Yellen toglie la parola “pazienza” alla politica monetaria della Banca centrale statunitense e, pur non rivelando quando accadrà, anticipa che nel futuro prossimo un rialzo dei tassi vi sarà.
Per comprendere la reazione del mercato è stato sufficiente guardare ad un solo fattore: il cambio euro/dollaro, con tutto quello che di recente si è detto rispetto alle due valute.

Euro in forza, o quasi

L’euro è tornato a guadagnare terreno, salvo poi rintracciare nel corso della notte, riportandosi attorno alla soglia di 1,0700-1,0780. Una salita superiore al 3% e senza troppe aspettative, che ha fatto perdere terreno al dollaro alla luce di una dichiarazione da parte del FOMC più dovish di quanto ci si attendesse.
Secondo Steve Englander, non si potrà fare molto nei prossimi mesi per fermare il rally a rialzo del dollaro, il quale ha tuttavia perso in termini di dollar Index oltre il 2,5% in poche ore. Anche se il trend del biglietto verde rimane rialzista, è chiaro l’impatto della volatilità sulla quotazione e come, da qui ai mesi a venire, il mercato sarà pronto a muoversi in modo concitato e frenetico.

Rialzo “incredibile”

Dennis Gartman ha definito il rialzo “incredibile”, dotato di una potenza tale da spingerlo addirittura al di sopra della soglia di 1,1060, quando le aspettative medie erano quelle di 1,090-1,095. Una salita destinata a non durare, ma che comunque è indicatore di come l’economia USA reagisca (male) ad un rialzo dei tassi di interesse posticipato che, abbandonato il termine di aprile, potrebbe realizzarsi a giugno o a settembre.

La forza del dollaro e…

“La forza del dollaro riflette in parte anche la forza dell’economia statunitense” ha affermato Janet Yellen, che tuttavia ha rivisto a ribasso le previsioni future sulla crescita di PIL ed inflazione. Quest’ultima sarebbe diminuita anche a causa della ritrovata forza del dollaro, che ha reso moderato il numero delle esportazioni e rallentato la crescita dei prezzi al consumo. Yellen tuttavia, non ha fatto alcuna menzione diretta al dollaro, né ai suoi impatti sullo sviluppo economico.

Giovedì, 19 Marzo, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi