Scelta dettata da sostegno all’economia. Oggi i mercati resteranno prudenti, con volatilità da nervosismo, in attesa della decisione FED.

In attesa delle decisioni di politica monetaria da parte della FED, i mercati continuano a gioire della serie tutto sommato positiva dei DATI economici fondamentali. Quelli negativi continuano piuttosto negletti, in quanto già largamente conosciuti, e contrari alla determinante voglia di rendimento. Prese di profitto ieri, dopo il balzo di lunedi, sugli INDICI, YIELDS stabili, SPREADS in leggero calo ulteriore, e yields di BREVE in rialzo continuo, graduale. Recupero METALLI, COMMODITY, ma trend sempre debole, e ieri hanno riperso parte del terreno conquistato lunedi. Ieri abbiamo avuto dalla GER indice ZEW sentimento investitori, salito oltre attese, al suo massimo da 7anni. In EU vendite AUTO in ulteriore recupero, grazie soprattutto a UK, ESP, mentre restano negative in ITL, FF, e cedenti in GER. sul fronte INFLAZIONE, livello zero, prezzi produzione in calo, ieri confermati da UK, EU, AUSTRIA, USA, URSS, CECO. Positivo CBI trend industriale in UK, grazie al rialzo marcato degli ordini export, e in rialzo prezzi immobiliari ulteriore. Taglio dei TASSI in SEK, vista la bassissima inflazione. Invariati in CECO, con banca centrale dichiaratasi sempre presente sul cambio, stabilizzato a euro/czk 27.00. E dagli USA, un calo a sorpresa, marcato, del deficit partite correnti, rialzo oltre attese del settore immobiliare. Bene gli ordini per macchinari in JPN, senza effetti sullo YEN, che resta sul suo minimo da 5anni con il dollaro. Un CHF sempre molto robusto, che rischia di “svegliare” la BNS. Dal CAD vendite manifatt robuste, oltre attese. Tagliato in rating in VEN, out look negativo, e previsione di svalutazione del 40pc entro prossimo marzo del BOL. In ITL, in netto ulteriore aumento i crediti dubbi, inesigibili, al loro massimo da 14 anni, con un +28pc. Dalla CINA prezzi immobiliare in rialzo. Dal JPN bilancia commerciale con deficit in aumento a nuovo record, da aumento ampio delle importazioni, bene export verso Cina. Da INDIA tassi invariati a sorpresa, in un mercato che attendeva un rialzo. Scelta dettata da sostegno all’economia. Oggi i mercati resteranno prudenti, con volatilità da nervosismo, in attesa della decisione FED.

Dati economici:

EU nuove auto nov +1.2pc e -2.7anno, ESP +15,1pc, UK +7,0pc, GER -2.0pc, FF -4.0, ITL -4.5pc. inflaz nov -0.1 e +0.9 anno da 0.7pc, core -0.1 e +0.8anno. cpi 0.0 e 0.9anno. salari 3.trim +1.3 da 1.4pc. repo 0.2980 – UK ppi nov -0.2 e +0.7anno. inflaz +0.1 e 2.1anno. prezzi immob +1.4pc. prezzi mat prime +0.1 e +2.6anno. cpi core +0.1 e 1.8anno. CBI trend ind dic +12 da +11, ordini export +11 da -1. Prodz +16 da +24. BoE Carney, improbabile riduzione QE per qualche tempo, anche dopo rialzo tassi, come non garantito addizionale QE – GER ZEW dic 62 da 54.6, condizioni attuali 32.4 da 28.7 – CH yield 10anni 1.18pc. KOF ottimista per economia 2014-15 – ITL btp/bund 223, yield 10anni 4.05pc. Fiat vendite nov -5.8anno, quota mercaot -0.4 a 5.7pc. crediti dubbi ott 77.4bln netti, +28pc, lordi 147.3bln – SEK tassi -25bps a 0.75pc, da bassa inflazione. Ripresa rialzi graduali solo dopo 2015, Riksbank – AUSTRIA cpi nov +0,1 e 1.4anno – CECO interventi forex se necessario, euro/czk a 27.00. tassi inv 0.05pc – URSS ppi nov -1.5pc – POL disocc inv, occupazione +0.1anno, salari 1.7pc – CAD vendite manifatt ott +1.0 – USA Frontier Comm acq da ATT attività per doll 2bln. cpi nov 0.0 core +0.2pc. curr.acc.3trim -94.8bln da 96.6bln. NAHB indice mercato immob 58 da 54 – JPN ordini macchinari nov +15.4pc – VEN rating tagliato a Caa1, out look negativo. Probabile svalutazione Bolivar marzo del 40pc a 10.30 doll ufficiale, dagli attuali 6.30 fissati dopo svalutazione febbraio. – CINA prezzi immob nov +16/21 pc annuo – JPN bil comm nov -1.29trln (doll 12.6bln), export +18,4pc anno, verso Cina +33.1pc, import +21.1pc – INDIA tassi inv 7.75pc.

Mercoledì, 18 Dicembre, 2013