Tu sei qui

Investitori in modalità di avversione al rischio

Venerdì, 21 Agosto, 2015


Tsipras si dimette e le borse calano bruscamente

di Yann Quelenn

Ieri, contro tutti i pronostici e dopo un mandato durato nove mesi che ha visto il raggiungimento di un salvataggio da 86 miliardi di euro, Tsipras si è dimesso e poi ha convocato nuove elezioni che, stando alle prime indicazioni, dovrebbero svolgersi intorno al 20 settembre.

Tsipras ha negoziato con determinazione con i creditori greci ma, contraddicendo le previsioni e dopo un referendum in cui avevano vinto i “no”, alla fine ha deciso di accettare le condizioni dei creditori. Inoltre, il programma concordato è addirittura peggiore di quello presentato prima del referendum. Ironicamente, nonostante la vittoria dei “no”, i greci ritengono che l’Eurozona rappresenti l’unica possibilità per il loro futuro. Seguendo questa logica, le stringenti misure di austerità dovrebbero essere viste come una grande opportunità.

Ieri le borse mondiali hanno reagito bruscamente, gran parte dei mercati ha chiuso in territorio ampiamente negativo. Continuiamo a nutrire dubbi sulle cosiddette misure di austerità, perché riteniamo che gran parte dei paesi europei non sarà in grado di rimborsare i debiti. Inoltre, la situazione negli USA è preoccupante: i dati contrastanti non sosteranno, a nostro avviso, un rialzo del tasso a settembre. Non da ultimo, anche i mercati azionari cinesi sono in calo. Il messaggio chiave è che ci chiediamo fino a che punto le banche centrali siano in grado di regolare in modo efficiente l’economia.

Come avevamo previsto (si vedano le Newsletter precedenti), in scia all’approvazione del piano di salvataggio greco, l’EUR/USD ha sfondato la resistenza a 1,1278. Ora il catalizzatore principale sarà un annuncio di Janet Yellen o di un membro della Fed. Riteniamo probabile che, prima o poi, sarà diffuso un comunicato della Fed in cui la banca annuncia che non ci sarà un rialzo del tasso a settembre. L’ascesa dell’euro non è ancora finita.

Venerdì, 21 Agosto, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi