Tu sei qui

Indici sempre più estremi, fondamentali al palo

Martedì, 03 Marzo, 2015

Ieri una lunga serie di dati economici, a partire dall’Asia, ma che sostanzialmente nulla di nuovo hanno portato. Segnali di miglioramento del settore manifatturiero per alcuni in Asia, con CINA su max7mesi, e ZAR, stabili in SCOREA su max20mesi, GIAPP, in calo per INDO, INDIA a min5mesi. In EU, situazione migliore delle aspettative nel globale, leggero calo disoccupazione, che comunque tocca minimi da metà 2012, e con rallentamento del calo dell’inflazione. Da GER leggero miglioramento, bene UK, IRL, ITL su max8mesi, URSS, stabili EST-EU, NORDICHE, calo ulteriore CH. Positivi pure i dati per ITL, con leggero calo disoccupazione, e previsione di leggero rialzo crescita. Dagli USA decelerazione netta inflazione, entrate e spese private sotto attese, calo dei consumi. Bene la vendita AUTO in FF, e ESP in ulteriore rialzo. Sul fronte TASSI, tagliati in CINA, dalle attese, sulla scia della debole congiuntura, che ora passano su AUD. Nel frattempo INDIA aumenta le spese budget, settori strutturali, trasporti, per incentivare la ripresa che langue. Dagli USA notizie di quasi maggioranza FED per un rialzo modesto a giugno, che attende ancora avvallo da Yellen. Come movimenti abbiamo il DOLL sempre a ridosso del max11anni, YUAN al minimo da 2anni, RUPIA e YEN in calo, GBP e EURO in recupero dopo l’affondo iniziale, bene MEX, ORO, ARG, in calo CHF, AUD, NZD, COMMODITY, sotto tono CAD. e nuovi massimi per gli INDICI, in estremo eccesso di forza, non avvalorato dai fondamentali, e di nuovo in timido segnale di inversione trend, verso la prevista potenziale fase correttiva ampia. Ieri settore CEMENTO in calo, Lafarge -3.6, comparto -2.0/3.0pc. Per YIELDS, l’allentamento globale dovrebbe venire completato in questo 1.sem, confermando quindi il “bottom” dei rendimenti. AUSTRIA nel frattempo ha messo uno stop al finanziamento HETA senior bond, in linea con la legislazione “bad bank”, facendo crollare il bond scadenza 2017 per 2bln al 46pc. Quindi aumenta l’evidenza, che al momento poco importa ai mercati, di un aumento del RISCHIO, della qualità del credito. GRECIA ieri ulteriore -2.5pc, e le prospettive sono tutt’altro che buone, e senza EU, il fallimento è già stato decretato. GEOPOLITICA ancora da risolvere UKR, SIRIA, ISIS, VEN, e altri. COMMENTI da ministro eco URSS, che la attuale recessione sarà di breve durata, e prevede una ripresa dal 4.trim, con crollo inflazione nel 2016. E la sua borsa resta la migliore in Eu, praticamente quasi unica in rialzo. Almeno oggi sarà una giornata vuota, almeno sul fronte dei dati economici, dopo la scorpacciata di ieri.

Martedì, 03 Marzo, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi