Tu sei qui

Easing globale

Mercoledì, 04 Marzo, 2015

Se ci fosse stato ancora qualche dubbio circa le preoccupazioni di un rallentamento delle ruggenti economie asiatiche, ci ha pensato stanotte la Banca Centrale Indiana a fugare ogni dubbio. Con una mossa a sorpresa totalmente inaspettata, il governatore della Reserve Bank of India Rajan ha tagliato il tasso di riferimento di 25 basis point portandolo da 7.75 a 7.50. Dopo i recenti sviluppi che hanno visto un riavvicinamento, in termini di obiettivi macroeconomici, delle posizioni tra governo di Nuova Delhi e la Banca Centrale, la mossa ampiamente attesa per il prossimo 7 Aprile è stata anticipata a questa mattina con non poca sorpresa dei mercati. In una situazione in cui l’Asia è al centro dell’attenzione per la rilevanza fondamentale delle economie indiana e cinese, l’ennesimo passo verso un maggiore easing lancia un chiaro segnale: l’economia è in ripresa, ma deve essere sostenuta.

Lo stesso discorso appare valido anche in Europa dove, dopo la pubblicazione dei dati sull’inflazione e sul comparto manifatturiero, la situazione sembra rasserenarsi: l’effetto congiunto del bazooka della BCE che dovrebbe essere inaugurato il prossimo lunedì e l’impegno con cui le istituzioni europee stanno dialogando per la risoluzione della questione greca, hanno avuto un ampio riflesso sui mercati.

Da oriente a occidente, ad eccezion fatta degli Stati Uniti, “easing” sembra la parola chiave che contraddistinguerà i prossimi mesi o forse anni a venire.

Market Movers

Alle 10:00 il dato PMI servizi relativo all’eurozona è atteso stabile a 53.9. Alla stessa ora l’indice Markit Composito PMI è atteso stabile a 53.5 rispetto alla rilevazione precedente.

Alle 10:30 nel Regno Unito il dato PMI servizi dovrebbe far registare una lieve accelerazione a 57.5 dal 57.2 della lettura scorsa.

Mercoledì, 04 Marzo, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi