Tu sei qui

Dollaro in congestione

Lunedì, 30 Marzo, 2015

Non vi è dubbio che il meeting del FOMC, le cui comunicazioni risalgono a poco più di una settimana fa, abbia rappresentato un evento di rottura rispetto a una certa linearità che i mercati conservavano da settimane (mesi in taluni casi), con il doppio binario che percorrevamo di forza di dollaro americano e di mercato azionario ai quali facevano da corollario gli andamenti di obbligazionario (nella misura del Bund) e delle materie prime (oro e petrolio) rispettivamente rialzista e ribassista. Riaprendo i grafici tutte le mattine la scorsa settimana, ci siamo trovati invece all’interno di un contesto profondamente contaminato rispetto a queste premesse: il dollaro ha ritracciato nella maniera più significativa dopo mesi, l’azionario risulta molto sotto pressione sebbene sul fronte europeo rimanga sostenuto, il Bund conserva vigore ma è in una fase piuttosto erratica, mentre le materie prime ci mostrano quotazioni al rialzo. Sul fronte valutario l’attore principale, il dollaro americano, vive una fase di ritracciamento che appare pronunciata ma che sembra presagire a ripartenze come suggerito ad esempio dalla tenuta di area 1,10 dell’Eurodollaro e dai tentativi di rottura sotto 1,09 per quello che dunque potrebbe palesarsi come un ritorno all’indebolimento del cambio. Questo resterà dunque il principale tema per la settimana che ci apprestiamo a vivere. Elemento degno di nota anche quello ripropostosi in tema di risk off, innescatosi a seguito dell’escalation militare in Yemen e caratterizzatosi per acquisti di yen, franco svizzero e oro (oltre che petrolio per evidenti ragioni geografiche) e vendita di listini azionari. Indizi quindi da monitorare per i giorni a venire. Sul fronte dati macro, sarà una settimana discretamente interessante, con dati relativi all’area euro già a partire da stamattina (qui il calendario: http://ow.ly/KXvHW) con gli indici di fiducia e che continueranno domani con l’inflazione, mentre sul fronte americano ci arriveranno i dati sulla disoccupazione e sui Non Farm Payrolls, un importantissimo appuntamento, che seguiremo insieme nella Live Trading Room, per comprendere come si stia distribuendo il sentiment degli investitori circa l’atteso rialzo di tassi (riprenderemo i ragionamenti sul tema durante la settimana).

Lunedì, 30 Marzo, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi