Tu sei qui

Braccio di ferro su Eur-Usd

Domenica, 29 Marzo, 2015

Il rimbalzo dell’euro è già agli sgoccioli? Dopo un paio di settimane di pausa il cambio euro/dollaro è pronto a riprendere la sua marcia ribassista? La chiave di volta dello scenario attuale sui mercati valutari sta tutta in queste domande e, ovviamente, nelle loro risposte. Decisamente meno semplici di quanto si potrebbe immaginare. E che lasciano spazio ad altre domande ancora. Fra tutte ne emerge una: davvero gli americani concederanno all’Europa un rapporto di cambio fra le due valute vicino o inferiore alla parità?

La corsa al ribasso dell’euro/dollaro aveva trovato una prima area di supporto a quota 1,045-1,05, riuscendo a rimbalzare verso 1,10, dopo che Janet Yellen aveva tolto la parola “pazienza” dal suo ultimo intervento, ma anche dopo l’allentamento della tensione fra Grecia e Germania.

Nella giornata di giovedì 26, dopo l’intervento di Mario Draghi, la coppia di valute ha ripreso la sua marcia ribassista, tornando in area 1,08, ponendo fine al mini trend rialzista.

Tecnicamente, quindi, ci troviamo ancora in un contesto negativo per l’euro, con la tendenza ribassista degli ultimi mesi ancora predominante. In area 1,076 troviamo il primo supporto, mentre i successivi sono collocati a 1,064 e sui precedenti minimi appena sotto quota 1,05. In ottica rialzista spazio per un ulteriore recupero (che appare piuttosto difficile al momento), ci sarebbe soltanto con un ritorno dei prezzi sopra quota 1,105 prima e 1,114 successivamente.

GRAFICO EURO-DOLLARO

Vale la pena analizzare l’andamento della sterlina. La divisa britannica appare estremamente debole nei confronti del dollaro Usa, con un exchange rate lontano appena 1,5 punti percentuali dai minimi degli ultimi 5 anni, raggiunti un paio di settimane fa in area 1,463. Del resto, sulla sterlina pesa l’incertezza sull’esito elettorale del prossimo maggio, con le relative attese per un ritardo nel rialzo dei tassi di interesse da parte della Bank of England. In questo contesto il pound ha perso terreno anche nei confronti dell’euro, con il rapporto eur/gbp risalito fin oltre 0,73.

Domenica, 29 Marzo, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi