Il concetto di internet banking è semplice e chiaro: si tratta, in sostanza, della possibilità di gestire il proprio conto corrente o qualunque altra funzionalità legata ad esso direttamente da casa, con internet. Si tratta di una delle novità più importanti che la rete ci ha portato e dobbiamo dire che oggi, anche in Italia, sono sempre di più coloro che si affidano a questo modo di fare banca, preferendolo a quello tradizionale, più lungo e scomodo.

L’internet banking è un modo di fare banca che ha un costo praticamente pari a zero per il cliente, in quando è sufficiente avere una connessione ad internet e un computer per poter verificare il conto corrente, fare bonifici bancari, spostare il denaro da un conto corrente ad un altro, acquistare titoli per fare investimenti e tanto altro.

In più, molte banche mettono a disposizione delle app realizzate ad hoc per gestire il conto anche da smartphone o da tablet.

Diffusosi inizialmente all’estero, in maniera particolare negli USA e nel Regno Unito, questo modo di fare banca sta prendendo piede anche in Italia, seppur con alcuni ritardi e certe difficoltà, ma si sa che l’italiano non è il popolo più “internettaro” del mondo.

Vantaggi dell’internet banking

Indubbiamente gestire il conto corrente da casa è molto comodo, perché non bisogna uscire, prendere la macchina, trovare parcheggio e, a volte, perdere tutta una mattina. La comodità sta nel fatto che si può accedere al dettaglio del proprio conto in ogni momento della giornata e anche di notte.

E’ un modo anche economico di poter gestire il conto corrente, perché non si ha la spesa del mezzo di trasporto per arrivare in banca e neanche quello della telefonata nel caso in cui si preferisse chiamare.

Inoltre, tante banche offrono delle condizioni particolarmente agevolate ai clienti che scelgono di gestire il conto corrente esclusivamente online, in quanto anche per l’istituto di credito ciò comporta un risparmio dei costi che gli permette di fare delle tariffe più vantaggiose.

Inoltre, il conto corrente online offre solitamente dei tassi di interesse più alti (quando previsti) rispetto a quello tradizionale. Ancora, tante banche propongono anche un conto corrente “vincolato”, nel senso che se ci si impegna a non prelevare i propri soldi per un certo periodo minimo di tempo (di solito 6-12 mesi) è possibile usufruire di tassi di interesse più alti.

Svantaggi dell’internet banking

Come per tutte le cose, anche la gestione del conto corrente bancario su internet ha degli svantaggi.

Nello specifico, si perde quel carattere di “personale” che una banca tradizionale ha. Non si possono più scambiare due chiacchiere con il cassiere, non si conosce più la faccia che sta dietro lo sportello e per qualunque domanda è sufficiente digitare in live chat invece che interagire di persona.

La sicurezza è un aspetto fondamentale, che a volte lascia dei dubbi (a dire il vero, non legittimi, perché  fare banking online è molto sicuro): i miei soldi saranno al sicuro? Qualcuno può entrare nel mio conto corrente virtuale e derubarmi? Come posso proteggere il mio denaro?

Alla fine dei conti, tuttavia, l’internet banking è una cosa positiva, una novità di cui, oggi, non potremmo più fare a meno.

L'articolo Banche online: cos’è l’internet banking. Vantaggi e svantaggi sembra essere il primo su MondoForex.

Lunedì, 13 Giugno, 2016