Dopo Pirelli si avvicina a dire addio a Piazza Affari anche WDF. Dufry ha reso noto che a seguito dell'offerta di acquisto lanciata su World Duty Free (WDF) è arrivata a detenere una quota del 96,66% della società italiana. Già alla fine di ottobre Dufry aveva segnalato di aver superato la quota del 95% del capitale creando così le condizioni per il delisting di WDF. Il colosso svizzero eserciterà poi il diritto di acquisto sul restante 3,33%. Borsa Italiana ordinerà la sospensione delle negoziazioni delle azioni WDF nelle sedute dell'11 e 12 novembre con il delisting effettivo previsto per il 13 novembre.
Dufry aveva comprato marzo dalla famiglia Benetton la quota di controllo di WDF del 50,1% a 10,25 euro per azione e da allora ha acquisito sul mercato ulteriori quote degli azionisti di minoranza.

Martedì, 10 Novembre, 2015