Si scalda il clima in vista dell’assemblea di Telecom Italia che il prossimo 15 dovrà votare la conversione delle azioni risparmio e l’eventuale allargamento del Cda per far entrare i quattro rappresentati proposti da Vivendi, tra cui il Ceo Arnaud de Puyfontaine. La proposta del colosso francese, primo azionista di Telecom Italia con un quota di circa il 20%, si scontra con l’opposizione dei fondi. Ieri, infatti, il proxy advisor Iss ha consigliato ai soci di votare contro la proposta di Vivendi mentre si è detto favorevole alla conversione delle risparmio. La stessa posizione è stata condivisa da Frontis Governance, da Asati e anche Glass Lewis dovrebbe essere sulla stessa lunghezza d’onda. A Piazza Affari il titolo Telecom Italia si muove sulla parità a 1,22 euro.

Martedì, 01 Dicembre, 2015