Tu sei qui

Prese di profitto multiple a seguito rimbalzo prezzi commodity

Martedì, 13 Ottobre, 2015

I dati sui NFP negli Stati Uniti hanno sorprendentemente mancato le aspettative di 53mila posti facendo rivivere l'incertezza del mercato circa i tempi di un aumento dei tassi negli Stati Uniti. I dati relativi alla bilancia commerciale più deboli del previsto negli USA hanno aggiunto pressione al dollaro e le commodities sono salite del 3%, in media, di conseguenza. Continua il calo dell'offerta globale di molte materie prime che combinato con ulteriori aggiustamenti aziendali nella produzione e investimenti dovrebbero continuare a dare sostegno alle asset class. I report del FOMC suggeriscono che un aumento di tasso è ancora probabile che accada nella coda del 2015. Comunque i rischi al ribasso rimangono elevati lasciando gli investitori in attesa, con i dati dei NFP di ottobre e novembre che potranno risolvere la questione.

La crescente incertezza beneficia l’oro. Gli ETP sull’oro hanno registrato afflussi netti per 18,4 milioni di dollari americani per la quarta settimana consecutiva a seguito dei dati degli NFP USA rilasciati il precedente venerdì estremamente deboli e sotto le aspettative di 53mila unità. Gli investitori sono ora alla ricerca di segnali che la Federal Reserve continuerà ad aumentare i tassi di interesse quest’anno. In combinazione con una bilancia commerciale più debole del previsto, il dollaro è scivolato dell’1% rispetto alla passata settimana, mentre il prezzo dell'oro è aumentato dell'1,9%. Gli ETP sull’argento, d'altro canto, hanno visto deflussi netti per 11.8 milioni di dollari americani, probabilmente dovuti alle prese di profitto con prezzo dell’argento salito del 7,3% nello stesso periodo. Maggiore volatilità del mercato finanziario ha fornito galleggiabilità per l'argento, una merce comunemente considerata come leva all'oro.

Martedì, 13 Ottobre, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi