Tu sei qui

Piazza Affari sottotono in avvio, performance fiacche per i bancari

Mercoledì, 22 Luglio, 2015

Avvio sottotono per l'azionario italiano ed europeo. Durante i primi scambi l'indice Ftse Mib *segna un ribasso dello 0,45% e il *Ftse Italia All Share *cede lo 0,40 per cento. In ripiegamento anche il *Ftse Italia All Star (-0,32%).
Entro oggi la Grecia dovrà approvare il secondo pacchetto di riforme chieste dai creditori e dai capi di Stato Ue all'ultimo incontro dell'Euro Summit. Si tratta di riforme del codice di procedura civile che dovrebbero garantire una maggiore certezza del diritto alle imprese che avviano attività nella Repubblica Ellenica. L'altro pacchetto di riforme riguarda invece l'adozione del meccanismo europeo per la risoluzione delle crisi bancarie. Standard & Poor's ha comunque deciso di migliorare il rating della Grecia da CCC- a CCC+ con l'outlook che passa da negativo a stabile. Per S&P's le probabilità di uscita del paese ellenico dall'euro sono inferiori al 50% ma ancora alte.

Si segnalano a Piazza Affari da subito i forti ribassi di Stmicroelectronics, che cede il 3,22% del proprio valore di Borsa al mercato dopo che Citigroup ha deciso di ridurre il rating da buy a neutral. Al riguardo si evidenziano anche le deludenti indicazioni giunte sul comparto tecnologico dalle stime sul fatturato del quarto trimestre di Apple (inferiori al consensus) e dalla flessione del giro d'affari che Linear prevede nel terzo trimestre (-7%/-12%). Si tratta di indicazioni che portano a un cattivo sentiment dei mercati sul settore.

Nel comparto bancario si registrano altri ripiegamenti con l'indice di settore Ftse Italia All Share Banks *che cede lo 0,15 per cento. In rosso *Unicredit *(-0,48%) e *Mps *(-0,48%) mentre il *Banco Popolare *lascia al mercato lo 0,06% del proprio valore di Borsa e *Intesa Sanpaolo recupera lo 0,23% dopo un avvio in rosso. Il consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, valuterà oggi le opzioni su una riforma della governance che potrebbe prevedere o il duale all'italiana con qualche modifica o anche il monistico. Attualmente il sistema è duale, con un consiglio di sorveglianza e uno di gestione: l'eventuale passaggio al monistico comporterebbe dunque l'eliminazione del consiglio di sorveglianza, lasciando al consiglio di amministrazione la gestione e i rapporti con i soci. In rimonta anche Bpm *(+0,7%), *Ubi Banca (+0,33%) e Bper (+0,6%). In controtendenza anche *Mediobanca *(+0,21%). Bper ha annunciato il collocamento con successo di 750 milioni di euro di covered bond con scadenza al 2020. Anche il Banco Popolare ha registrato una buona domanda per l'emissione obbligazionaria senior da 1 miliardo di euro con scadenza luglio 2020 collocata ieri.

Mercoledì, 22 Luglio, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi