Piazza Affari apre la seduta in territorio negativo, all'indomani della netta vittoria di Alexis Tsipras alle elezioni politiche in Grecia, promotore con la sua Syriza di politiche anti-austerity. A pesare sono i timori di una possibile altra fase di instabilità nell'Eurozona. L'indice Ftse Mib nei primi scambi perde lo 0,74% a 20.365 punti. In rialzo lo spread Btp-Bund. Il differenziale di rendimento tra i titoli di Stato decennali italiani e tedeschi si attesta in avvio a 121 punti base, con il rendimento del Btp decennale all'1,55%. Sul listino meneghino, male ancora il settore delle banche popolari, con i cali di Banco Popolare (-0,8%), Bper (-2,8%), Bpm (-0,4%) e Ubi Banca(-0,7%). In rosso anche Mps che cede l'1,5%. In decisa controtendenza World Duty Free, che guadagna l'1,6%.

Lunedì, 26 Gennaio, 2015