Novartis ha chiuso il secondo trimestre con profitti in calo del 32% a 1,86 miliardi di dollari (pari a 0,77 centesimi per azione) rispetto ai 2,72 miliardi riportati nello stesso periodo dell'anno scorso. L'utile netto core, depurato delle poste straordinarie, è sceso dell'8% a 3,07 miliardi di dollari contro un'attesa degli analisti di 3,12 miliardi. Sulla società ha impattato la maggiore volatilità che quest'anno ha colpito i mercati valutari, in particolare la forza del dollaro statunitense. E così le vendite nette sono scese a 12,7 miliardi dai 13,3 miliardi di dodici mesi fa. A cambi costanti, le vendite sono salite del 6%. Confermato l'outlook sull'intero anno: Novartis stima una crescita delle vendite di circa il 5%.

Mercoledì, 22 Luglio, 2015