Tu sei qui

I dati deboli sull’occupazione USA supportano l’oro

Martedì, 06 Ottobre, 2015

La settimana si è conclusa con un rapporto del mercato del lavoro americano deludente, che ha spinto sempre di più le aspettative di un aumento di tasso da parte della Federal Reserve. L'oro ha risposto positivamente in quanto gli investitori privilegiano l'attività monetario dura nei confronti del dollaro, una moneta si sentono viene degradato il più a lungo l'impostazione del criterio rimane bassissimo. Questa settimana Fed minuti di riunione potrebbero offrire più indizisu quando la centrale sarà probabilmente alzare i tassi.

Gli ETP sull’oro hanno visto afflussi netti per 5.5 milioni di dollari dopo il rilascio dei dati sull’occupazione. Questo ha segnato la terza settimana consecutiva di afflussi sull’oro. Anche se  notevolmente inferiori agli afflussi di 16.6 milioni di dollari e 40.9 milioni di dollari delle precedenti due settimane, il turnover è stato decisamente alto. Entrambi, grandi afflussi e grandi riscatti sono stati effettuati nel corso della settimana mettendo in evidenza i punti di vista polarizzatidegli investitori. Alcuni investitori sono incoraggiati da un aumento delle importazioni di oro cinesi e dalla domanda stagionale in India. Altri investitori hanno visto l'impegno della Federal Reserve di alzare i tassi quest'anno come un trend negativo per l’oro e hanno continuato a ridurre le loro esposizioni. Non pensiamo che un unico report sul mercato del lavoro cambierà i tempi della decisione della Fed di alzare i tassi (che a nostro avviso avverrà nel mese di dicembre), maciò ha ulteriormente accentuato la debolezza dei dati che potrebbe alla lunga influenzare le idee della banca centrale.

Martedì, 06 Ottobre, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi