Hera ha disposto in merito all'emissione di un prestito obbligazionario a valere sul programma Euro Medium Term Notes (EMTN) per un ammontare complessivo pari ad euro 500 milioni in linea capitale, da collocarsi esclusivamente presso investitori istituzionali.

Hera ha disposto in merito all'emissione di un prestito obbligazionario a valere sul programma Euro Medium Term Notes (EMTN) per un ammontare complessivo pari ad euro 500 milioni in linea capitale, da collocarsi esclusivamente presso investitori istituzionali.

La suddetta emissione dà esecuzione alla delibera del 18 giugno 2014 con cui il Consiglio di Amministrazione ha autorizzato l'emissione di un prestito obbligazionario sotto forma di c.d. Green Bond per un importo massimo di euro 500 milioni in linea capitale da realizzarsi entro il 31 dicembre 2014.

I proventi rivenienti da tale prestito obbligazionario saranno impiegati per estinguere anticipatamente parte dell'indebitamento in essere della Società contratto per finanziare taluni progetti ecosostenibili e per il finanziamento di nuovi progetti del medesimo tipo.

In particolare, tali progetti sono finalizzati a perseguire i seguenti obiettivi: lotta al cambiamento climatico; miglioramento della qualità dell'aria; miglioramento della qualità della depurazione acque e recupero di materia dai rifiuti.

Detto prestito, il cui regolamento è atteso per il 4 luglio p.v. subordinatamente alla stipula della relativa documentazione contrattuale, avrà le seguenti caratteristiche: euro 500 milioni, scadenza 4 luglio 2024, cedola 2,375%, rendimento 2,436% annuo.

L'indebitamento rifinanziato si riferisce prevalentemente al prestito obbligazionario con scadenza febbraio 2016, oggetto di Tender Offer, i cui risultati sono stati già comunicati lo scorso 27 giugno, e ad alcuni prestiti obbligazionari negoziati su base privata (Private Placement).

E' atteso che ai titoli rappresentativi del prestito obbligazionario sia assegnato un rating da parte di Moody's e Standard&Poors.

La Società intende richiedere la quotazione dei titoli nel listino ufficiale e l'ammissione alle negoziazioni delle obbligazioni rappresentative del menzionato prestito obbligazionario presso il mercato regolamentato gestito dalla Borsa del Lussemburgo (Luxembourg Stock Exchange).

Nella strutturazione ed emissione del green bond la Società è stata assistita dallo studio legale Legance Avvocati Associati.

Il collocamento obbligazionario è stato curato da Banca IMI S.p.A., BNP Paribas, Crédit Agricole Corporate and Investment Bank, Deutsche Bank AG, London Branch, Mediobanca - Banca di Credito Finanziario S.p.A, UniCredit Bank AG, in qualità di joint bookrunner e Barclays Bank plc, in qualità di passive bookrunner.

(GD)

Lunedì, 30 Giugno, 2014