Tu sei qui

Gli investitori contrarian sembrano vendere dollari USA

Giovedì, 03 Maggio, 2018

  • Gli ETP short su USA e long su EUR hanno raccolto 6,7 milioni di USD per effetto delle posizioni contrarian assunte dagli investitori.
  • Dopo due settimane di flussi positivi, sono ricominciati i deflussi dall’oro.
  • Il calo dei prezzi dello zucchero ha richiamato potenziali acquisti dettati dalla convenienza.

Gli ETP short su USA e long su EUR hanno raccolto 6,7 milioni di USD per effetto delle posizioni contrarian assunte dagli investitori. In una settimana in cui il rendimento del Treasury USA decennale è salito temporaneamente sopra il 3% per la prima volta dal 2014, restituendo vigore al biglietto verde, gli investitori in ETP hanno assunto in apparenza posizioni contrarian. L’indice del dollaro USA ha guadagnato l’1,4%, apprezzandosi in modo particolare rispetto all’euro (1,6%). “La moneta unica ha registrato la maggiore flessione giovedì, quando la Banca centrale europea (BCE) ha riconosciuto la debolezza dei recenti dati economici e ha sottolineato la necessità di monitorare attentamente l’andamento dell’economia nel secondo trimestre. Per quanto il Presidente della BCE Mario Draghi abbia rilasciato una dichiarazione equilibrata, evidenziando che la debolezza potrebbe essere dovuta a fattori temporanei dopo la fase di espansione sostenuta registrata alla fine del 2017, il mercato ha giudicato accomodante il tono complessivo delle sue parole. Gli investitori in ETP, tuttavia, sembrano posizionati in vista di un’inversione del deprezzamento dell’euro osservato la scorsa settimana,” ha rilevato Massimo Siano, Executive Director – Head of Southern Europe di ETF Securities.

Giovedì, 03 Maggio, 2018
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi