Tu sei qui

Ftse Mib sopra un ostacolo rilevante

Venerdì, 23 Ottobre, 2015

Draghi asseconda le speranze dei mercati, le borse ringraziano. Il presidente della Bce ha infatti accennato alla possibilita' di un incremento degli stimoli che gia' adesso vengono forniti all'economia, come risultato il Ftse Mib e' salito del 2%, meglio ancora ha fatto il Dax con un +2,48%. Draghi parlando a Malta al termine del Consiglio direttivo della Bce ha dichiarato che la Bce nella riunione di dicembre prendera' nuovamente in esame l'attuale politica degli stimoli dal momento che l'inflazione resta per ora molto lontana dal livello target del 2% (a settembre i prezzi nella zona Ue sono addirittura scesi, un -0,1% su base annua). Ad oggi l'alleggerimento quantitativo non sta dando i risultati sperati e Draghi ha fatto capire che si andra' avanti con gli acquisti di bond fino a che non si otterranno dei risultati incoraggianti, pertanto e' probabile che la scadenza fissata per ora al settembre 2016 verra' superata. Dal proseguimento della politica monetaria accomodante tutti i principali comparti economici possono trarre vantaggi, quindi le borse sono salite anche se di fondo il messaggio ha una duplice chiave di lettura, non solo i risvolti positivi di una estensione del QE ma anche quelli negativi di una economia che non si riprende nonostante le cure massicce. Il rialzo del Ftse Mib ha comunque permesso il superamento di importanti resistenze, ed ora la strada al rialzo sembra spianata. I prezzi sono al di sopra della media mobile a 100 giorni e del 61,8% di ritracciamento (Fibonacci) del ribasso dal top di agosto, resistenze testate senza successo nelle ultime sedute. Prossimo ostacolo a 23170 punti, resistenza successiva a 23700 circa, lato alto del gap ribassista del 12 agosto. Solo ripiegamenti sotto i minimi delle ultime tre sedute in area 22100 negherebbero il segnale di forza appena inviato prospettando la ricopertura del gap del 5 ottobre a 21052 punti.

Giovedì, 22 Ottobre, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi