Tu sei qui

ETFPlus, la corsa continua

Lunedì, 23 Novembre, 2015

La volatilità dei mercati finanziari non colpisce il segmento ETFPlus di Borsa italiana che, nel terzo trimestre, ha registrato una crescita del 76% dei contratti conclusi rispetto allo stesso periodo del 2014, per un controvalore di 80,68 miliardi di euro (+51%).

Il patrimonio gestito ha toccato quota 43,77 miliardi (+28,08% rispetto a settembre 2014), mentre i flussi netti negli Etp (Exchange traded product) nei primi nove mesi del 2015 sono stati di 6,74 miliardi (+23,18% in confronto con lo stesso periodo del 2014).

I debutti

Oltre agli scambi, è aumentata l’offerta. Al 30 settembre, il listino contava 959 strumenti indicizzati. Nel terzo trimestre hanno debuttato 29 Etf e cinque Etc/Etn, di cui 12 replicano benchmark fattoriali, i cosiddetti strategic beta. In particolare, Ubs ha lanciato otto prodotti, che rientrano nelle tipologie Morningstar di fondi orientati a migliorare il rendimento o a contenere il rischio rispetto agli indici a capitalizzazione tradizionali. Quattro di questo tipo sono, invece, stati quotati da db x-trackers. Infine, Ossiam ha portato in Italia un altro Etf che replica l’indice Shiller Barclays Cape, questa volta sugli Stati Uniti, basato sulla metodologia elaborata dall’economista americano Robert Shiller, che cerca di sfruttare le inefficienze del mercato nella valutazione dei titoli per realizzare un ritorno sugli investimenti più elevato.

Non solo bond

Tra le altre novità, sono da segnalare la quotazione di un Etf sui titoli di stato dei paesi emergenti, con copertura del rischio di cambio da parte di iShares e di uno di db x-trackers sul debito sovrano cinese.

Lunedì, 23 Novembre, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi