Tu sei qui

Etf, gli investitori cercano porti sicuri

Martedì, 02 Agosto, 2016

Nel secondo trimestre 2016, gli investitori in Etp (Exchange traded product) hanno scelto la prudenza e cercato porti sicuri. Secondo le stime di Morningstar, i prodotti indicizzati obbligazionari hanno registrato flussi netti per 6,75 miliardi di euro, mentre quelli sulle materie prime, prevalentemente l’oro, per 3,3 miliardi.

Etf: flussi netti in Europa per macro-categorie nel 2 trimestre 2016

Flussi netti ETF

L’incertezza prima e dopo il voto inglese per l’uscita dall’Unione europea (Brexit) ha favorito i deflussi dagli Etf azionari (-2,7 miliardi), portando a -5,47 miliardi il bilancio da inizio anno. “Negli ultimi giorni di giugno, tuttavia, c’è stato un ritorno degli investitori verso questa asset class”, dice Jose Garcia-Zarate, che in Morningstar è assistant director per la ricerca sulle strategie passive in Europa. “Se si tratti dell’inizio di un trend positivo o meno è presto per dirlo, ma vale la pena sottolineare come gli investitori abbiano preso atto che Brexit non ha avuto gli stessi effetti di altri shock, come ad esempio il fallimento di Lehman Brothers. Inoltre, la ripresa dei prezzi del petrolio è probabile abbia contribuito a migliorare il sentiment sull’economia globale”.

Tra le categorie azionarie che si sono mosse controcorrente ci sono gli Etf specializzati sui mercati emergenti e sulla Borsa statunitense, mentre i riscatti hanno colpito soprattutto quelli sull’area euro e il Giappone.

Bene i corporate in euro

Gli obbligazionari continuano a riscontrare l’interesse degli investitori, nonostante il contesto di bassi tassi di interesse. Nel semestre, Morningstar stima flussi netti per 14,75 miliardi. “La preferenza va agli Etf sui corporate bond (investment grade) in euro con scadenze medio-lunghe”, dice Garcia-Zarate, “mentre al fondo della classifica troviamo i prodotti sui governativi”. Hanno registrato flussi positivi anche i replicanti obbligazionari in dollari e quelli in valuta locale dei paesi emergenti, sostenuti dalla decisione della Federal Reserve di continuare con un atteggiamento accomodante di politica monetaria.

Lunedì, 25 Luglio, 2016
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi