Tu sei qui

Borsa italiana: Ftse Mib -2,28%. Finanziari e FCA colpiti dalle vendite

Mercoledì, 29 Aprile, 2015

Mercati azionari europei affondano con deboli dati USA e rialzo euro. Il Ftse Mib ha chiuso a -2,28%, il Ftse Italia All-Share a -2,22%, il Ftse Italia Mid Cap a -1,82%, il Ftse Italia Star a -1,70%.

  • Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata segnaliamo che il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha reso nota la prima stima preliminare del PIL relativo al primo trimestre 2015, indicando una variazione annualizzata dello 0,2%, molto inferiore al +1% atteso dagli economisti e al +2,2% della rilevazione precedente, rivista al ribasso dal +2,6%.* La National Association of Realtors ha reso noto che l'indice Pending Home Sales (vendite di case con contratti ancora in corso) ha evidenziato un incremento dell'1,1% m/m a marzo, in linea con le attese, ma al di sotto del +3,6% m/m registrato nel mese precedente.L'indice è salito a 108,6 punti dai 107,4 di febbraio. L'EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che, nella settimana terminata lo scorso 24 aprile, le scorte di petrolio negli USA sono cresciute di 1,910 milioni di barili. Le stime degli analisti erano fissate su un incremento di 2,300 mila barili. La Commissione Europea ha reso noto che l'Indice di Fiducia dei Consumatori in aprile si e' attestato a -5 punti dai -3,7 punti di marzo. La fiducia è diminuita ad aprile nel settore industriale da -2,9 a -3 punti mentre è salita nel settore dei servizi da +6 a +7 punti. L'indicatore del clima economico è salito a 0,3 punti dai precedenti +0,2 punti. In Germania, l'Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha reso note le stime preliminari sull'inflazione. Nel mese di aprile l'indice dei prezzi al consumo è diminuito dello 0,1% su base mensile dopo la variazione positiva dello 0,5% del mese precedente ed è aumentato dello 0,4% su base annuale, risultando in linea con le attese. Secondo i dati riportati dall'Istat, ad aprile 2015 l'indice composito del clima di fiducia dei consumatori, espresso in base 2010=100, è diminuito a 108,2 da 110,7 del mese precedente. Anche l'indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane (Iesi, Istat economic sentiment indicator), in base 2010=100, ha mostrato un calo, scendendo a 102,1 da 103,0 di marzo.

Mercoledì, 29 Aprile, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi