Tu sei qui

Borsa italiana in arretramento dopo Fed: Ftse Mib -2,65%. Ribassi generalizzati a Piazza Affari

Venerdì, 18 Settembre, 2015

*Mercati azionari europei in forte ribasso dopo la decisione della Fed *di rimandare il rialzo dei tassi a causa delle incertezze su congiuntura e mercati. Debole anche Wall Street con l'S&P 500 in calo di circa l'1% a ridosso della chiusura delle piazze continentali. Il Ftse Mib ha terminato a -2,65%, il Ftse Italia All-Share a -2,39%, il Ftse Italia Mid Cap a -0,67%, il Ftse Italia Star a -0,89%.

  • Euro tonico contro dollaro dopo la decisione della Fed ma in netto arretramento rispetto ai massimi della mattinata a 1,1460.* Il ritracciamento è stato favorito dalle parole di Benoît Cœuré, membro del Comitato esecutivo della BCE, il quale ha rimarcato il notevole apprezzamento della moneta unica: EUR/USD alla chiusura dei mercati azionari europei oscilla in area 1,1370.

  • Mercati obbligazionari europei in rally. *Il rendimento del BTP decennale scende di ben 14 bp rispetto alla chiusura precedente all'1,78%, mentre quello del Bund cede 11 bp allo 0,67%. Lo spread è quindi in calo di 3 bp a 110 (fonte: MTS).

  • Per quanto riguarda i dati macroeconomici pubblicati durante la giornata segnaliamo che* il Conference Board ha comunicato che, nel mese di agosto, l'Indice Anticipatore (Leading Indicator), che misura l'andamento dell'attivita' economica statunitense nei prossimi 6-12 mesi, è cresciuto dello 0,1% su base mensile, deludendo le attese degli economisti fissate su un incremento dello 0,2% ma risultando in crescita rispetto al dato precedente (-0,2%). La BCE ha comunicato che nel mese di luglio 2015 l'avanzo delle Partite Correnti dell'Eurozona e' risultato pari a 22,6 mld di euro, dai 25,4 mld rilevati a giugno.

Venerdì, 18 Settembre, 2015
 

 

Copyright (c) 2009  Borse Pro. Tutti i diritti riservati.

Tassi

Tassi