Partenza in rialzo per Piazza Affari dopo l'avvio di settimana caratterizzato dall'umore negativo dei mercati in seguito ai sanguinosi attacchi terroristici di Parigi, avvenuti venerdì notte. Nei primissimi scambi di giornata prosegue la discesa del cambio euro/dollaro che si è portato fino a un minimo a 1,0650, livello più basso degli ultimi sette mesi. Nell'ultimo mese l'euro è sceso più del 6% nei confronti del dollaro sulle rinnovate aspettative di divergenti politiche monetarie tra la Federal Reserve e la Banca centrale europea (Bce). In particolare è cresciuta notevolmente la probabilità che nel meeting del 15-16 dicembre la Fed ritocchi al rialzo i tassi per la prima volta dal 2006. I listini europei sfruttano le chiusure positive di Wall Street e Tokyo, dove questa mattina il Nikkei ha guadagnato l'1,22%. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib guadagna in avvio circa l'1% a 22.030 punti.

Martedì, 17 Novembre, 2015