Come detto nei precedenti articoli il diario ci può fornire delle utilissime indicazioni sul nostro trading.

Ecco alcuni domande a cui il diario può dare una risposta:

 
  • Percentuale di vincita della strategia.
    Un'idea del tasso di successo del nostro sistema può essere utile per calcolare la grandezza della posizione e stimare i target di profitto
  • Ampiezza media stop loss.
    Aiuta a determinare la grandezza ottimale delle posizioni per rispettare i criteri di money management
  • Orari della giornata più profittevoli.
    C'è chi trada meglio durante la sessione europea, chi il pomeriggio quando anche la sessione americana è aperta, chi invece è indifferente. A seconda della risposta potremmo decidere di non tradare in un determinato momento della giornata, oppure cercare di sforzarci per migliorare in quel periodo dove forse le condizioni di trading sono diverse.
  • Short o Long?
    Solitamente sono più profittevoli gli Short o i Long? Di quanto? Potremmo cercare solo entrate short, o solo long oppure investigare i motivi di un'eventuale differenza di performance
  • Coppie di valute preferite
    Ogni valuta si muove in maniera diversa dalle altre, alcune coppie rispettano più i livelli tecnici altre meno. Alcune coppie sono più volatili, alcune si protraggono in trend duraturi, altre tendono a consolidarsi. Ottengo buoni risultati in EUR/USD ma non in GBP/USD? Queste informazioni possono aiutarci a selezionare meglio quali coppie riusciamo a tradare meglio con il nostro stile. Potremmo scegliere di abbandonare le coppie meno produttive o cercare di migliorare i risultati su quelle.
  • Entrate fuori tempo?
    Potremmo scoprire che tendiamo ad entrare troppo presto e aspettando una candela in più potremmo ottenere migliori risultati
  • Prezzi al target?
    Magari tendiamo a chiudere le posizioni prematuramente, ma il diario ci dice che i prezzi in media tendono ad arrivare al target che ci eravamo prefissati. Questo ci darà più fiducia per provare rimanere nelle trade più a lungo senza uscire al primo ostacolo.
  • Pattern ricorrenti
    Soprattutto con l'aiuto degli screenshot ci si può accorgere che una certa formazione dei prezzi porta dei risultati positivi o negativi costantemente. La prossima volta che scorgeremo un pattern simile sapremo come comportarci.

 

Queste sono alcune idee, ci sono sicuramente decine di altre domande che un diario può aiutare a rispondere. Con questo non voglio dirvi di analizzare le trade più del dovuto perché poi si ricade nel problema opposto, la cosidetta analysis paralysis (il blocco psicologico dovuto alle eccessive analisi).
Tuttavia un trader di successo è metodico, prova, sperimenta, studia, verifica; se qualcosa funziona si tiene, altrimenti si accantona. Tuttavia questo non può essere fatto a sensazione, ma ci vuole una prova statistica che lo dimostri. Solo così il trader prenderà decisioni costruttive volte a migliorare la sua tecnica e di conseguenza la performance.