E' stato stimato che il 90% degli aspiranti trader manda in fumo il proprio capitale entro primo anno di attività. Perchè questo succede? Fare trading è così difficile che solo pochi eletti possono avere successo? La risposta è no, tutti possono potenzialmente essere dei buoni trader ma a delle condizioni precise.

Potenzialmente il trading sul forex è un'attività molto lucrativa e questo attrae molti principianti ingolositi da guadagni facili. Tutto sommato, dopo un'oretta a studiarsi come funziona una piattaforma di trading, più o meno tutti sono capaci di piazzare un ordine. Non è così difficile no? Probabilmente per questo si ha l'illusione che fare il trader non sia poi così complicato e che i milioni siano dietro l'angolo!

Magari può succedere che le prime trade siano fortunate, si pensa di sapere già tutto e allora si comincia ad aumentare la grandezza delle posizioni. Ad un certo punto arriva una grossa perdita inaspettata che dimezza il proprio capitale. Il principiante cerca di recuperare tutto subito, ma le cose non funzionano più come all'inizio e il capitale continua a diminuire fino ad azzerarsi inesorabilmente.

Questo è uno scenario stereotipato ma non molto lontano dalla realtà. Il problema è che molto spesso i principianti si buttano nel mercato con grosse somme di denaro, frettolosi di guadagnare soldi importanti senza realmente sapere quello che fanno.

 

Se ci pensate ci sono tante altre professioni redditizie al mondo come l'avvocato, il bancario, il dottore, ecc. Queste professioni richiedono tuttavia diversi anni di studio e praticantato prima di ottenere un ritorno economico importante. E allora perché il trading dovrebbe essere diverso? Il trading è una professione come le altre, fortunatamente per diventare un trader di successo ci si può impiegare molto meno rispetto al percorso per diventare un dottore, comunque ci vuole ugualmente tanto studio e allenamento.

Non bisogna avere fretta perché il mercato offre continuamente opportunità e, nel mondo del trading, il detto “ogni lasciata è persa” è quanto di più sbagliato possa esistere.
E' bene sapere in primo luogo quello che si sta facendo, fare pratica attraverso il trading usando un account demo e, solo dopo che si è abbastanza sicuri della propria strategia e capacità, si può pensare di usare parte del proprio capitale. Quando si inizia con soldi veri è importante partire con cautela aprendo posizioni piccole. Il punto chiave non è quello di vincere tanto subito, ma è di rimanere in gioco abbastanza a lungo per sapere realmente quello che si sta facendo e cominciare a guadagnare realmente.

 

Ci sono tre aree che un aspirante trader deve assolutamente conoscere prima di iniziare:

  1. Il metodo:
    E' importante scegliere una strategia che sia adatta al proprio stile di trading (di questo ne parleremo negli articoli successivi) e attenersi alla strategia senza inventare. Il trading è un business sistematico, fidarsi di un'intuizione può portare a qualche vincita fortunosa ma alla lunga non funziona.
  2. Money management:
    Gestire il proprio capitale è fondamentale. Il segreto per avere successo nel trading è quello di conservare il proprio capitale qualsiasi cosa succeda. Entreremo più nel dettaglio in questo argomento ma è basilare capire il giusto bilanciamento tra massimizzare il profitto e tenere il rischio sotto controllo. Solo con un buon money management vi consentirà di far fruttare i successi della vostra strategia di trading.
  3. La psicologia nel trading:
    Questo è un aspetto sottovalutato ma è importantissimo. Quando ci sono soldi in gioco lo stress aumenta compromettendo la nostra lucidità nel prendere le decisioni. Si tende a chiudere le posizioni in profitto prima del dovuto per incassare un veloce profitto. Al contrario si tende a lasciar aperte troppo a lungo posizioni perdenti nella speranza di poter recuperare. Questo fa sì che le vincite siano inferiori alle perdite e alla lunga questo distrugge il capitale del trader. La psicologia nel trading è importante per essere capaci di implementare la propria strategia senza avidità ne paura, imparando ad avere fiducia nel proprio sistema anche in seguito ad una serie di sconfitte e a non farsi prendere troppo la mano dopo una striscia di vittorie.

Ad ognuna delle tre aree accennate sarà riservata una sezione individuale dove potremo approfondire questi concetti. In questa sezione invece faremo un passo successivo per spiegare come si possono migliorare le proprie capacità come trader per raggiungere una confidenza e conoscenza tali da poter affrontare con più sicurezza i mercati valutari.