Il passo più difficile per un trader è avere fiducia delle sue analisi e credere nella trade anche se inizialmente non va nella direzione desiderata. Quante volte alla prima esitazione dei prezzi abbiamo chiuso la trade per poi vedere i prezzi andare nella direzione desiderata e raggiungere il target? Capita a tutti.

Cosa fare per migliorare questo aspetto?
Dobbiamo stabilire delle regole che ci consentano di restare nella trade anche se i prezzi vanno contro di noi e allo stesso tempo ci indichino quando è necessario uscire dalla trade prematuramente per salvare parte dei profitti o limitare le perdite.

Queste regole variano ovviamente dal tipo di stile di trading, dagli strumenti utilizzati e dall'orizzonte temporale scelto. Cercheremo comunque di fornire delle linee guida.

Se le condizioni che ci hanno fatto entrare nella trade sono ancora presenti restiamo nella trade.
Mettiamo caso che dopo il retest di un supporto entriamo long. I prezzi tuttavia dopo che abbiamo comprato scendono nuovamente. Cosa facciamo chiudiamo la posizione?

  • Se i prezzi scendono ma il supporto resiste (la ragione per la nostra trade sussiste) stiamo nella trade.
  • Se il supporto cede, possiamo decidere di chiudere la trade prima che raggiunga lo stop loss.
 

Un segnale è valido fino al prossimo segnale
Ad esempio siamo entrati in una trade perché abbiamo riconosciuto una formazione delle candlestick che indica un'inversione proprio in corrispondenza di una resistenza. Quindi entriamo short.
Due candele più tardi i prezzi trovano supporto e l'indicatore stocastico segnala un'inversione bullish. Questo potrebbe essere un buon motivo per chiudere la trade anzitempo invece di “sperare” che i prezzi continuino ad andare nella direzione desiderata.

Riconoscere gli ostacoli importanti e ignorare gli altri
Tra il prezzo di entrata e il target ci possono essere diversi ostacoli. Se un trader si spaventa ad ogni minima resistenza/supporto che i prezzi incontrano, tenderà sempre a chiudere le posizioni anzitempo. Riconoscere i livelli importanti è una questione di esperienza, ma non solo. Un fattore molto importante per determinare se un livello può essere varcato o meno è considerare il timeframe superiore. Se nel timeframe superiore esistono le condizioni perché il movimento possa continuare, è probabile che quel supporto/resistenza cederà.
I livelli principali che dobbiamo considerare sono: precedenti massimi e minimi, medie mobili, Pivot Point

Proteggere i profitti senza chiudere troppo presto la trade
Quando la trade comincia ad andare nella nostra direzione è bene aggiustare lo stop loss per proteggere i profitti. Tuttavia bisogna farlo con criterio lasciando ai prezzi lo spazio per compiere naturali oscillazioni. Un buon metodo è individuare gli ostacoli importanti e verificare se questi vengono superati. Se ciò accade e vengono ritestati dall'altro lato (resistenza diventa supporto e viceversa) si può spostare lo stop loss in prossimità del nuovo supporto o resistenza.
Es: compriamo quando i prezzi rompono un triangolo e cominciano a salire. I prezzi trovano temporanea resistenza nel Pivot Point centrale giornaliero. Dopo qualche esitazione i prezzi passano il Pivot Point e lo ritestano come supporto. A questo punto possiamo spostare lo stop loss sotto il supporto.