A parte news e orari dei mercati, ci sono giorni in cui è meglio rimanere fuori dal mercato o perlomeno essere molto cauti. Questi sono i giorni in cui qualcosa di importante e non ordinario si sta svolgendo.

Questi eventi possono essere per esempio:

  • un meeting internazionale (G8, G20...)
  • una conferenza di qualche capo di stato o personalità politica importante (Obama, Bernanke, Trichet...)
  • La decisione su un evento politico-economico (accordo sul clima, sulla sanità, sul bailout di qualche compagnia o paese...)
  • Elezioni nei paesi cardine (USA, Germania, Giappone, Cina, Medio Oriente...)
 

In questo tipo di situazioni il mercato tende a consolidarsi in attesa di uno sviluppo della situazione per poi prendere una direzione quando qualcosa si sblocca.

Per questo motivo è importante per i trader avere un'idea del contesto in cui si opera e non focalizzarsi nella chart prescelta e tradare ciecamente.

La parte difficile di questi eventi è che è impossibile essere preparati per eventuali movimenti. Non si tratta infatti di un rilascio di un dato economico che è programmato per un certo orario e i trader sanno che a quell'ora i prezzi si muoveranno bruscamente. Di solito sono impegni che durano alcune ore o giorni e non ci sono delle vere e proprie regole per trarne profitto.
La cosa più saggia da fare è quella di essere consapevoli che in quei determinati momenti i prezzi potrebbero comportarsi in maniera strana e non seguire pattern regolari.
Potremmo quindi essere più conservatori e cercare di proteggere i nostri profitti con maggior prontezza oppure spezzettare le trade in modo da prendere più pezzi di un unico movimento invece di restare a lungo in un'unica trade il cui risultato potrebbe essere invertito da un cambio repentino del mercato.