Molti libri, guide e corsi di trading ci svelano la strategia di entrata facendoci credere che sia la migliore strategia in assoluto che ci farà guadagnare tanti soldi facili. Poi andiamo a casa a provarla e per qualche strana ragione non riusciamo guadagnare costantemente. Perché?
La ragione è molto semplice, perché la strategia di entrata conta solo probabilmente per il 2% sulla riuscita di una trade. Il restante 98% è dato dalla strategia di uscita, delle regole del money management e dalla psicologia.

In questa sezione stiamo dando spazio al Money Management che conta indicativamente per il 40% sulla riuscita di una trade. L'altro aspetto molto importante è la Psicologia a cui abbiamo dedicato un'altra sezione in questo sito. Tuttavia la psicologia si basa sul controllo delle emozioni perché non interferiscano nel processo decisionale e lascino che la normale distribuzione statistica dei risultati dia ragione al sistema di trading scelto.
Fatta questa premessa, capiamo bene che senza un sistema di regole di entrata, uscita e money management ferreo, la psicologia non potrà funzionare.

 
Quindi per costruire il nostro metodo di trading dobbiamo avere:

  • regole di entrata ben precise.
  • regole di uscita che mi permettano di prendere delle decisioni oggettive e razionali e non dettate dalle emozioni provocate dalle oscillazioni dei prezzi
  • regole ferree di money management che mi permettano di proteggere il capitale.

Di strategie di entrata ce ne sono a migliaia in internet e nei libri, oppure c'è chi si crea la propria. Qualunque scelta facciate scrivete bene le regole di entrata e attenetevi a quelle il più rigorosamente possibile. Al momento dell'apertura della trade ricordatevi i processi decisionali legati al money management descritti negli articoli precedenti.
Una volta entrati nella trade bisogna imparare a gestirla e a sapere quando bisogna incassare i profitti e quando invece bisogna restare nella trade.