Settimana difficile su tutti i principali mercati. Le notizie (o meglio le mancate notizie attese) hanno dato forza ribassista all'EURO favorendo la valuta americana. Solo nella giornata di ieri abbiamo intravisto un possibile rimbalzo sugli indici azionari. Il taglio dei tassi di interesse dellal BCE ha completato il quadro macro economico con un ulteriore affosamento della moneta unica.


GOLD: la settimana scorsa ho concluso l'articolo indicando il possibile ribasso del Gold. Così è stato! la chiusura sotto 1300 dollari ha fatto guadagnare al nostro segnale circa 30 dollari. Adesso per chi è ancora dentro consiglio di sistemare lo stop loss al fine di seguire il trend, mentre se non siete entrati potete cercare un buon ingresso sui livelli di chiusura di venerdì.

EURUSD: chiude la settimana solo 1,34 senza accennare a possibili movimenti di recupero. Il trend ribassista sembra adesso molto sano e deciso. A nostro avviso possiamo attenere il ritracciamento sul 34,2% del livello di Fibonacci prima di rimetterci al ribasso. Anche le bande di bollinger non ci danno valutazioni di trend rialzista, ma anzi potrebbe continuare il trend ribassista senza sosta.

DAX: dopo aver sforato la prima resistenza ma senza dare conferma, l'indice ha creato una serie di movimenti laterali e solo adesso siamo di nuovo sui massimi. La tendenza rialzista è ancora sana e attendiamo una chiusura della candela daily sopra la resistenza prima di rimetterci al rialzo.

SP500: la configurazione grafica ci aveva allertato su un possibile movimento ribassista. L'ultima candela bianca rialzista ha però allontanato la nostra visione. Adesso valutiamo un'entrata al rialzo sopra i massimi con la possibilità di riprendere le nuove resistenze. Un altro buon punto di ingresso è sul ritracciamento di fibonacci.
  Accedi o registrati per inserire commenti.