Sorprendente utile in crescita per Atlantia Atlantia (holding di Autostrade per l’Italia e Aeroporti di Roma) ha da poco annunciato sia i risultati complessivi del precedente 2015 sia le percentuali di queste prime settimane del nuovo anno. L’azienda capogruppo in questione, delineando i propri andamenti rispetto al 2014, ha dichiarato una strepitosa crescita del 3% per quanto riguarda il traffico autostradale e un +6,1% per quello aereo. Sono davvero tantissime le iniziative portate a termine da Atlantia che, essendo una realtà relativamente giovane, ha ancora molti assi nella manica da giocare, per poter continuare a migliorare in tutti i suoi reparti lavorativi. Il grande potenziale si evince anche da fatto di aver raggiunto tali percentuali nonostante il disastroso incendio, avvenuto l’estate scorsa, al Terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino.​

Avvicinandoci al presente, è doveroso parlare anche di questi primi mesi del 2016 che continuano, sulla scia dei precedenti esercizi, a soddisfare l’azienda sotto molti punti di vista. In soli 64 giorni dalla fine del 2015, Atlantia è riuscita nell’intento di incrementare di un ulteriore 4,5% il traffico delle autostrade e parallelamente di registrare 5,8 milioni di passeggeri per quanto riguarda i suoi aeroporti. Il 2016 sembra essere quindi iniziato nel migliore dei modi e siamo davvero molto curiosi di scoprire se l’holding riuscirà ancora a migliorarsi, sia sotto l’aspetto aziendale/organizzativo sia sotto quello azionario nella sua borsa di riferimento.

Atlantia: bene in tutti i settori

Atlantia può godere di una forte diversificazione aziendale che, anno dopo anno, le permette di portare a casa buoni incassi, riuscendo ad equiparare gli eventuali periodi più complicati di un settore con gli andamenti positivi dell’altro. Avere più fonti di entrate è infatti un vantaggio di molte aziende che, allo stesso tempo, devono anche possedere alle spalle una stabile organizzazione. In caso contrario, tale vantaggio può subito tramutarsi in svantaggio, facendo crollare tutto il patrimonio attivo costruito nel tempo. Ovviamente non è il caso di Atlantia che, contando sulla perfetta collaborazione dei vari team di lavoro, riesce ad avere incrementi soddisfacenti ed incassi milionari. Parole incoraggianti arrivano anche dall’amministratore delegato, Giovanni Castellucci, il quale ha ribadito di non poter di certo confermare il proseguo di queste percentuali fino alla fine del 2016, aggiungendo però la frase “sarà un buon anno”.

In un clima così attivo per la società ricordiamo anche la presenza di alcune indiscrezioni sui nuovi ipotetici ingressi societari, che dovranno andare a consolidare il nuovo piano di espansione. Per Atlantia non c’è nessuna fretta e per adesso non gli resta altro da fare che godersi questi periodi positivi, mantenendo sempre alto il livello degli investimenti per riuscire a far perdurare questa situazione il maggior tempo possibile.

Svolta al vertice degli Aeroporti di Roma

Notizia recente è anche quella che vede possibili cambiamenti all’interno dell’amministrazione degli Aeroporti di Roma. Il prossimo 20 aprile, data di incontro della prossima assemblea di bilancio, verranno aperte numerose discussioni per rinnovare completamente il vertice aziendale. L’obiettivo primario sarà ovviamente quello di Giovanni Castellucci e di Gilberto Benetton che, assieme ai componenti dell’assemblea, dovranno ricollocare tutti i ruoli ed in particolar modo decidere il nuovo amministratore delegato. Proprio in riferimento a quest’ultima decisione, secondo indiscrezioni (data la grande importanza del ruolo da affidare) molto probabilmente verrà scelta una figura di fiducia già appartenente all’azienda. Tutto è ancora da decidere e per adesso non ci resta altro da fare che aspettare di scoprire in che misura questi cambiamenti andranno ad alterare l’andamento aziendale, ma soprattutto le prossime strategie di espansione.

Che si parli di una piccola azienda o di un colosso mondiale, quello degli investimenti è sempre un punto indispensabile che differenzia chi riesce ad avere incrementi con il passare degli anni da chi invece arretra. Proprio in riferimento a quanto detto in precedenza, i grandi risultati di Atlantia dimostrano la sua grande capacità nel saper, mese dopo mese, piazzare il capitale d’investimento, lasciando comunque un congruo margine di guadagno e di dividendi.

Titolo Atlantia presente nella Borsa Italiana

Così come molte delle più grandi aziende al mondo, anche Atlantia è quotata nella sua borsa di riferimento attraverso il simbolo (ATL-I). Il susseguirsi, all’interno del grafico, di periodi di salita con periodi di discesa, permette di utilizzare questo titolo attraverso uno dei metodi di negoziazione più usati in questi ultimi anni: i contratti per differenza, denominati anche CFD. Una delle caratteristiche principali di questo sistema è proprio la possibilità di poter applicare diverse strategie. Chiunque sarà intenzionato a puntare al rialzo del titolo dovrà necessariamente aprire una semplice posizione di acquisto, chi invece vorrà puntare al ribasso dovrà vendere.

I CFD vengono considerati altamente innovativi poiché si distaccano molto dai cosiddetti metodi tradizionali che, oltre a prevedere lunghi temi burocratici, non danno (il più delle volte) la possibilità di seguire i propri andamenti in tempo reale. Le piattaforme di negoziazione più famose invece, grazie alle comodissime applicazioni per dispositivi mobili, permettono di aprire, chiudere e analizzare le proprie posizioni, stando anche fuori casa. Tenere sotto controllo le proprie strategie è indispensabile sia per poter intervenire in caso di allarme sia per poter approfittare di situazioni positive improvvise.

                   Web Trader piattaforma online