FXCM, fornitore online leader del trading sui cambi valute ( forex) e servizi connessi, ha divulgato informazioni dettagliate riguardanti i suoi sistemi e il mercato del forex nel suo complesso durante le ore infuocate del 15 gennnaio 2015 quando il tasso di cambio EUR/CHF ha lasciato sul lastrico molti operatori del settore. FXCM ha stilato un elenco di dati che dimostrano come il mercato del forex sia piagato da una disfunzionalità grave e senza precedenti, proprio partendo dagli eventi del 15 gennaio scorso.

Noi ci eravamo già occupati del caso: Brokers in Crisi per il Franco Svizzero

L’intervento maldestro della Banca nazionale svizzera sul franco

Il 15 gennaio 2015, la Banca nazionale svizzera (BNS) ha provocato un ‘flash crash’ dei tassi di cambio legati al CHF che ha fatto emergere una disfunzione di fondo mai vista prima nei mercati del forex. Tutto è iniziato con l’annuncio che era stato completamente rimosso il tetto di 1.2000 sul cambio EUR/CHF. Questo annuncio sconvolgente da parte della BNS è stato fatto senza alcun preavviso o comunicazione al mercato. Mentre il mercato percepisce un certo tasso di cambio della coppia di valute EUR / CHF come reale, il brusco cambiamento dello scenario ha innescato il caos e un vero tracollo del mercato forex. Alla luce delle azioni sconsiderate della BNS, FXCM ha cessato di offrire qualsiasi valuta che comporti rischi significativi a causa di potenziale manipolazione da parte dei rispettivi governi, quail per esempio limiti inferiori, soglie, tetti, bande di oscillazione, etc.

Cambio euro con franco svizzero

Timeline degli eventi rilevanti il 15 gennaio (Mattina, Eastern Standard Time):

04:30:00 - Banca nazionale svizzera annuncia la rimozione della soglia di 1.2000 sul tasso di cambio EUR /CHF.

04:30:47 - EUR/CHF scende sotto 1,2000 per la prima volta.

04:30:56 - 9 secondi dopo, le grandi banche internazionali che forniscono liquidità a FXCM iniziarno rapidamente a tagliare liquidità appena le quotazioni arrivano a 1,1659.

04:30:57 – scattano le interruzioni automatiche del sistema di FXCM per fermare nuove transazioni nuove operazioni di trading. Questi ‘interruttori. sono progettati per proteggere i clienti contro l’apertura di posizioni fuori mercato effettuate per errore.

04:31:08 - 21 secondi dopo la caduta al di sotto della soglia di 1.2000, solo 1 fornitore di liquidità sta supportando FXCM a 1,1094 (1000 pips dal prezzo soglia).

04:31:43 - Una grande banca internazionale da una quotazione a 1,0037. Un’altra grande banca internazionale quota 1,1556 (1500 pip di intervallo tra 2 fornitori di liquidità allo stesso secondo). La quotazione reale in questo istante è in realtà a 1.0000.

04:32:41 - La prima quotazione sotto la parità - 0,9831 dai fornitori di liquidità di FXCM.

04:33:32 - Una grande banca internazionale quota 0,6374. Un altro grande banca internazionale quota 1,1220 nello stesso istante (5000 pip di distanza tra 2 fornitori di liquidità nello stesso secondo).

04:35:16 - Mentre ci sono ancora senza quotazioni ufficiali, 3 quotazioni offerte da primary istituti di credito mondiali rimbalzano all'interno di un range di 6000 pip in 2 secondi: 1,1078 - 0,5696 e 0,9769.

           *0,5696 è la più bassa quotazione ricevuta da FXCM tra tutti i suoi fornitori di liquidità.

04:42:28 – l’Electronic Broking Services (EBS) fa un preventivo di offerta a 0,9550 un secondo, il secondo dopo un preventivo di offerta a 0.5000, (una differenza di 4500 pips). Il prossimo nuovo prezzo indicato è 0,9600 cinque secondi dopo.

04:55:40 - Il mercato finalmente comincia a vedere transazioni un po 'costantemente sopra la parità, ma la volatilità è ancora estrema. L’ampiezza delle quotazoini fornite dai principali attori del settore del forex oscilla tra 0,87 e 1,0001 (1300 pips).

05:10:00 - Il mercato comincia a stabilizzarsi intorno a 1,0400. L’ampiezza delle quotazionie offerte sulle principali piattaforme del settore FX è 1,0120-1,0600 (480 pips).

05:17:00  -gli interruttori di FXCM vengono rimossi e I prezzi ricominciano ad aggiornarsi. Le transazioni sono ancora interrotte.

05:23:00 – gli interruttori di trading di FXCM vengono rimossi e l'esecuzione dei contratti ricomincia. I livelli di liquidità sono meno 5% dei livelli normali, e solo 3 o 4 fornitori di liquidità offrono quotazioni costantemente.

15 gennaio c’è stato un Flash Crash – il mercato del Forex mercato istituzionale ha subito uno shock e molte cose non hanno funzionato

Come la linea temporale riportata sopra dimostra, l’annuncio a sorpresa della BNS ha provocato un totale collasso del mercato FX istituzionale, con un forte impatto sulla liquidità, volatilità, gli spread, e l'esecuzione degli ordini. A differenza di altri eventi important di mercato recent, in cui i fornitori di liquidità di FXCM hanno comunque continuato a fornire quotazioni e livelli coerenti di liquidità, il 15 gennaio c’è stata una quasi totale mancanza di liquidità e di pricing.

Crisi del Franco Svizzero FXCM

  • Mancanza di liquidità - Non c' è stata quasi nessuna liquidità disponibile per circa 40 minuti
  • Prezzi drammaticamente bassi – le quotazioni fornite da ECN sono arrivati agli estremi di 0.2000 e 0.5000.
  • Spread estremi - Gli spread medi di EUR / CHF sono stati più di 2000-3000 pips
  • Range estremo - L’ampiezza media di EUR / CHF è stata di 6000 pips.

Il flash crash del 15 gennaio ha visto la coppia EUR/CHF calare del 40% in pochi secondi, mentre il flash crash del 2010 nel mercato azionario ha visto un calo di circa il 9% calo del Dow Jones Industrial Average nel corso di pochi minuti.

I prezzi erano estremamente volatili e la liquidità è deteriorata rapidamente. Di conseguenza, la qualità dell’esecuzione degli ordini è deteriorata molto velocemente.

Il sistema utilizzato da FXCM ha permesso alla maggior parte dei clienti di uscire dal trading tra 1.02 e 1.04 ed evitare cosi i ribassi estremi causati dalla straordinaria situazione del mercato. In condizioni normali di mercato, ci sono più di una dozzina di fornitori di liquidità attivi e quotazioni per ogni prodotto finanziario per sessanta milioni su ogni lato (sia Bid che Ask) che vengono aggiornate ogni pochi secondi. FXCM ha visto la liquidità restringersi fino a quasi zero in un lasso di tempo durato due minuti. EUR/CHF ha cominciato a crollare dalla soglia di 1,20 e FXCM aveva poca liquidità per eseguire gli stop order deiclienti o richieste di margini perché le quotazioni effettivamente eseguibili erano quasi pari a zero. FXCM ha eseguito circa 200 milioni in termini di volume totale prima delle 4:30:56 nel range di 1,17-1,20. Allo scoccare delle 04:30:57, gli interruttori di FXCM sono saltati e non hanno eseguito il restante circa 1 miliardo di transazioni fino a quando il mercato non ha ricominciato a funzionare con prezzi stabili. Gli interruttori implementati dal sistema di FXCM interrompono nuove quotazioni e transazioni, e sono progettati per proteggere i clienti contro quotazioni erronee e il trading fuori mercato.

Osservazioni

I dati di mercato del 15 gennaio mostrano che, mentre appare evidente che molti degli operatori di trading su valute utilizzano pochi o addirittura nessun interrutore per fermare l'esecuzione del trading nel caso di oscillazioni estreme di prezzo, gli interruttori di FXCM hanno aiutato i clienti in questq situazione di movimento estremo di mercato. Il mercato avrebbe potuto essere funzionale se gli interruttori fossero esistiti a tutti i livelli.

I dati di mercato mostrano anche che le perdite del 15 gennaio non sono stati la conseguenza di carenze nella tecnologia di FXCM o nei requisiti di margine implementati da FXCM, ma piuttosto a causa della disfunzione del mercato derivante da annuncio irresponsabile e imprevisto della BNS per rimuovere completamente la soglia di1.2000 sul CHF. Per il buon funzionamento del sistema di esecuzione di FXCM, per il trading efficiente ed efficace, il mercato istituzionale deve fornire prezzi e la liquidità. Quando a FXCM sono forniti dati sui prezzi e liquidità dai fornitori di liquidità, FXCM esegue le transazioni di trading di ogni cliente back to back con i fornitori di liquidità. Tuttavia, le decisioni irresponsabili della Banca nazionale svizzera il 15 gennaio hanno fatto si che i fornitori di liquidità dell'azienda cessassero la fornitura delle quotazioni, il che si ha comportato che alcuni clienti si ritrovassero con saldi negativi verso FXCM.


Le alternative per evitare brutte sorprese

E’ evidente quindi come tra i traders si siano diffusi dubbi sulla solidita' finanziaria dei brokers e sulla loro abilita' o meno di sostenere forti shock sui mercati, come appunto quello relativo alla super-rivalutazione del Franco Svizzero.
A nostro parere, l'unico modo per evitare brutte sorprese, come detto in precedenza, e' di affidarsi esclusivamente a societa' di brokeraggio regolamentate da autorita' monetarie nazionali e con una forte solidita' finanziaria.
Tra le società uscite meglio grazie alla “robustezza delle sue politiche e processi di risk management” c’è sicuramente Plus500 che sembra addirittura aver guadagnato durante i giorni di turbolenza degli scambi sul CHF. Non a caso, mentre le azioni di quasi tutti gli intermediari scendevano (alcune colavano a picco, letteralmente), la quotazione delle azioni Plus500 sono salite dello 0,5%.
Plus500 è un noto broker forex e CFD inglese autorizzato e affidabile che consigliamo ai nostri lettori, sito in italiano e con ottimo bonus di benvenuto. Plus500 è un CFD Service, opera solo tramite CFD (prodotti derivati su altri strumenti di investimento come azioni) .  Plus500 Uk Ltd è autorizzato e regolato dalla Financial Conduct Authority mentre Plus500 CY Ltd è autorizzato e regolato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission.

  • Inizia il trading su EUR/CHF adesso con Plus500!    Clicca Qui