Perdite sul trading online di Forex, i broker rispondono

La forte rivalutazione del franco svizzero di qualche settimana, come vi avevamo raccontato, fa ha fatto e sta facendo molte vittime, sia tra i traders che tra i brokers di trading online di cambi.
L’estrema volatilità sui cambi legati alla mossa della Banca Centrale Svizzera hanno infatti causato fortissime perdite a molti investitori, a volte addirittura superiori alle somme a disposizione sul conto, ed in tal caso le perdite devono essere coperte dall’intermediario. Per questo, in poco tempo diversi broker, anche importanti, hanno dato forfait.
 

FXCM e Alpari UK sull'orlo del baratro

FXCM e Alpari UK sull'orlo del baratro La vittima piu' eccellente e' forse FXCM, il più grande gruppo americano di trading su valute. Il broker ha ammesso di aver violato i requisiti minimi di capitale imposti dalle autorità di regolamentazione americane dopo che i suoi clienti hanno accusato pesanti perdite sul franco svizzero, circa 225 milioni di dollari. FXCM necessita ora di nuovi capitali per continuare ad operare e per evitare il fallimento.
Altro nome eccellente vittima della volatilita' del franco svizzero è il broker inglese Alpari Uk che ha prima dichiarato lo stato di insolvenza sul suo sito internet e poi ha corretto il tiro dichiarando di non aver intrapreso un processo di fallimento, ma di aver bisogno con urgenza di vagliare tutte le opzioni per evitare il tracollo. 
Ma la mossa ha colpito molti operatori, dalla svizzera Swissquote alla danese Saxo Bank, che ha annunciato che rivedrà attentamente tutte le operazioni sul franco svizzero chiuse dai loro clienti. IG Group, noto broker inglese, ha dichiarato perdite nell’ordine di 40 milioni di euro, ma di avere le risorse per continuare ad operare.

 Preoccupazioni tra i traders

Tra i traders i più colpiti sono stati i clienti di Alpari e FXCM, che hanno improvvisamente visto chiudere forzatamente tutte le loro posizioni (non solo quelle su CHF), spesso in perdita. 
In realtà i broker regolamentati come FXCM e Alpari UK seguono regole ferree di segretazione dei soldi dei clienti, per cui i soldi sui conti, benche' temporaneamente bloccati, sono stati resi disponibili ai legittimi proprietari, e non a rischio di rientrare nel fallimento della società.  Come anche consigliamo, quindi, la scelta di un broker autorizzato e regolamentato salva perlomeno i depositi

Le alternative per evitare brutte sorprese

E’ evidente quindi come tra i traders si siano diffusi dubbi sulla solidita' finanziaria dei brokers e sulla loro abilita' o meno di sostenere forti shock sui mercati, come appunto quello relativo alla super-rivalutazione del Franco Svizzero.
A nostro parere, l'unico modo per evitare brutte sorprese, come detto in precedenza, e' di affidarsi esclusivamente a societa' di brokeraggio regolamentate da autorita' monetarie nazionali e con una forte solidita' finanziaria.
Tra le società uscite meglio grazie alla “robustezza delle sue politiche e processi di risk management” c’è sicuramente Plus500 che sembra addirittura aver guadagnato durante i giorni di turbolenza degli scambi sul CHF. Non a caso, mentre le azioni di quasi tutti gli intermediari scendevano (alcune colavano a picco, letteralmente), la quotazione delle azioni Plus500 sono salite dello 0,5%.
Plus500 è un noto broker forex e CFD inglese autorizzato e affidabile che consigliamo ai nostri lettori, sito in italiano e con ottimo bonus di benvenuto. Plus500 è un CFD Service, opera solo tramite CFD (prodotti derivati su altri strumenti di investimento come azioni) .  Plus500 Uk Ltd è autorizzato e regolato dalla Financial Conduct Authority mentre Plus500 CY Ltd è autorizzato e regolato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission.

Inizia il trading su EUR/CHF adesso con Plus500!    Clicca Qui
 


Informativa sui Rischi: Borse.Pro non si assume alcuna responsabilità per perdite o danni causati dalle informazioni contenute all'interno di questo sito web, inclusi i dati, le citazioni, i grafici e i segnali di acquisto/vendita. Si prega di essere pienamente informati riguardo ai rischi e costi associati alla negoziazione sui mercati finanziari, che è una delle forme più rischiose di investimento possibili. Fare trading con i CFD su azioni comporta un rischio elevato e non è adatto per tutti gli investitori. Prima di decidere di effettuare transazioni con qualsiasi strumento finanziario si devono considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propria propensione al rischio.
Borse.Pro desidera ricordare che i dati contenuti in questo sito non sono necessariamente in tempo reale e precisi. Tutti i prezzi dei CFD non sono forniti da una borsa finanziaria, ma piuttosto da intermediari finanziari, e pertanto i prezzi potrebbero non essere precisi e differire dal prezzo effettivo di mercato, cio' significa che i prezzi sono indicativi e non adatti per scopi di negoziazione. Pertanto Borse.pro non si assume alcuna responsabilità per eventuali perdite sulle transazioni in cui si potrebbe incorrere come conseguenza dell'utilizzo di questi dati.