Boom di vendite per il gigante Porsche Porsche, la casa automobilistica tedesca per eccellenza, ha da poco confermato i suoi ultimi risultati di questi primi mesi del 2016. Stando ai dati di vendita possiamo affermare che l’azienda, da gennaio ad oggi, ha venduto più di 55.975 vetture registrando così uno strepitoso +10% rispetto al precedente anno. Uno dei tanti fattori, ad aver reso possibile questo risultato, è stato sicuramente il notevole incremento delle vendite per quanto riguarda il mercato cinese che ha registrato una crescita del +23,5%. Ancora una volta, l’alta qualità del prodotto e la stabilità dell’azienda dal punto di vista dei lavoratori, hanno permesso a Porsche di raggiungere risultati oltre le aspettative.

Oltre alla situazione in Cina, bisogna dire che un altro fattore determinante di questi miglioramenti, deriva dalle vendite nel comparto SUV. Il numero di tali automobili consegnate nei primi mesi di questo anno ha già toccato quota 21.576, confermando che il modello Macan è quello più apprezzato in assoluto. Nonostante le novità, continuano a non perdere fascino le classiche tre porte, come ad esempio la leggendaria Boxster che, anno dopo anno, continua ad essere rinnovata in chiave moderna, al passo con l’avanzamento tecnologico. Paradossalmente a quanto detto fin ora, l’unico mercato a dimostrare segni di declino è proprio quello tedesco, anche se, secondo Platen, i nuovi ordini dovrebbero andare ad equilibrare la situazione.  

Porsche protagonista al salone di Roma 2016

Come di consueto torna il famosissimo salone di Roma delle Supercar, al quale, oltre che Porsche, parteciperanno anche marchi del lusso come ad esempio Ferrari, McLaren, Bentley e molte altre ancora. Se da una parte i milioni di appassionati giungeranno per ammirare i vari miglioramenti tecnologici che, con il passare del tempo, continuano a fare passi da gigante, dall’altra saranno davvero tantissimi a voler fotografare ed ammirare la nuova idea del lusso di questi ultimi periodi ovvero i SUV super sportivi. Proprio in riferimento a quest’ultimo inciso, Porsche ha davvero tutte le caratteristiche per riuscire a dare del filo da torcere alle grandi realtà automobilistiche precedentemente elencate. Spazio enorme verrà inoltre dato al settore EcoTech concernente il mondo della mobilità ad impatto zero e a favore della salvaguardia dell’ambiente grazie ad una serie di notevoli innovazioni in diversi ambiti di appartenenza.

Porsche, da sempre visibile in quasi tutti gli eventi rappresentativi, sarà inoltre presente al consueto appuntamento al salone di Parigi, dove verrà presentata la nuova Panamera. La vettura, oltre ad essere più piccola, avrà anche un peso ridotto per far in modo che la maneggevolezza tocchi prestazioni ancora più elevate. Parlando dell’entrata all’interno del mercato non c’è ancora nulla di ufficiale ma, secondo indiscrezioni, la Panamera dovrebbe diventare disponibile, nei vari autosaloni abilitati, entro e non oltre la fine di quest’anno.

La presenza di Porsche nel gruppo Volkswagen

Come tutti sanno Porsche è una realtà strettamente inserita all’interno del colossale gruppo Volkswagen che, reduce da un forte crollo nel corso dei precedenti mesi, continua a non vedersela passare bene. Notizia recente riguarda un nuovo richiamo, da parte del governo tedesco, di circa 630.000 autovetture tra le quali troviamo modelli Audi, Opel, Volkswagen, Mercedes e Porsche. La questione cardine del richiamo è ancora una volta da ritrovarsi nei sistemi di controllo delle emissioni dei modelli equipaggiati con motori diesel. Gli andamenti negativi del gruppo Volkswagen, che purtroppo continua a bruciare utili, devono comunque essere visti distaccati da quelli della nostra discussa Porsche, la quale, grazie ai suoi risultati di vendita e di fatturato può comunque andare ad equilibrare notevoli scompensi generali.

Per Porsche il 2016 sembra essere iniziato nel migliore dei modi sotto l’aspetto delle immatricolazioni e siamo in attesa di scoprire quali nuove strategie di Marketing apporterà nel corso dei prossimi esercizi.

Titolo Porsche usato nella negoziazione online

Iniziamo quest’ultima parte dell’articolo dicendo che i titoli del settore automobilistico vengono da sempre considerati una valida alternativa all’interno delle negoziazioni online. La presenza del titolo Porsche (PAH3.DE), all’interno della sua borsa di riferimento, permette inoltre il suo uso nelle più importanti piattaforme di trading, le quali da tempo mettono a disposizione nuovi sistemi, come ad esempio quello dei CFD. Prendendo in considerazione il titolo Volkswagen, i contratti per differenza possono dare beneficio anche in situazioni declino, attuando ovviamente una strategia di vendita invece che di acquisto.

Uno dei tanti vantaggi di questo sistema, che si discosta molto dai cosiddetti metodi tradizionali come ad esempio gli istituti bancari, è quello della notevole velocità di apertura del proprio conto connesso ai rapidi tempi burocratici. Ricordiamo infine che, oltre a non essere assolutamente necessario dover iniziare con un grosso capitale, le negoziazioni tramite i migliori broker online possono essere effettuate anche stando comodamente fuori casa attraverso le applicazioni per dispositivi mobili.

Scarica piattaforma trading

                          Web Trader piattaforma online